Le aziende toscane dell’economia circolare insieme ai Consorzi di filiera per una raccolta differenziata di qualità

Le aziende toscane dell’economia circolare insieme ai Consorzi di filiera per una raccolta differenziata di qualità

La campagna di comunicazione promossa da Toscana Circolare, che vede protagonista il comico Jonathan Canini, è patrocinata dalla Regione Toscana ed è stata realizzata con il sostegno dei Consorzi nazionali di filiera (Ricrea, Cial, Comieco, CoReVe e Corepla). Ha l’obiettivo di proporre una comunicazione ambientale omogenea, coerente e di qualità in tutta la regione. “La comunicazione è una leva strategica per tutti i consorzi per potere raggiungere i diversi target coinvolti nella raccolta – dichiara il presidente di CoReVe, Gianni Scotti –. CoReVe è impegnato con Sei Toscana e Revet nell’accompagnare la Toscana nella transizione da raccolta ibrida a monomateriale del vetro come previsto dal piano industriale che mira ad intercettare oltre 46mila tonnellate di rottame di vetro nel 2026. La nostra partecipazione si concretizza nel cofinanziamento, attraverso le risorse a disposizione in virtù dell’accordo Anci-CoReVe, di attrezzature strumentali, tra i quali circa 7mila contenitori ad accesso controllato ad alta tecnologia, per la raccolta del vetro, che verranno collocati progressivamente entro la fine del 2025 con l’obiettivo di dotare il territorio di un servizio più capillare ed efficiente”. Gli episodi della campagna sono visibili sul canale YouTube di Canini e su tutte le piattaforme social dei Consorzi di filiera e delle realtà aderenti a Toscana Circolare: Confservizi Cispel Toscana, Alia Servizi Ambientali, Aer, Belvedere, Cermec, Futura, Revet, Scapigliato, Sei Toscana, Sienambiente, Sistema Ambiente e le aziende del gruppo Retiambiente Ascit, Ersu, Esa, Geofor e Rea Spa. “Toscana Circolare richiama la necessità di una politica industriale regionale, nazionale ed europea a sostegno dei distretti del riciclaggio e di recupero di materia – dichiara il Nicola Perini, presidente di Confservizi Cispel Toscana – che sostenga le imprese innovative del settore come quelle toscane, pronte alla sfida degli obiettivi ambientali imposti dalle direttive europee su economia circolare e rifiuti, con la comunicazione che rappresenta sempre più un asset centrale di tali politiche. Con questa campagna, continua il percorso di efficientamento delle filiere industriali che già oggi sono un punto di riferimento nella nostra regione”.

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin