Terranuova Bracciolini invita i Comuni dell’ATO Toscana Sud ad investire sulla raccolta differenziata

Terranuova Bracciolini invita i Comuni dell’ATO Toscana Sud ad investire sulla raccolta differenziata

Fra i comuni più virtuosi dell’ATO Toscana Sud, spicca anche quest’anno Terranuova Bracciolini, nella provincia di Arezzo. Un servizio porta a porta capillare ed esteso all’intero territorio comunale ha permesso a Terranuova di superare la soglia del 65% per la raccolta differenziata e di attestarsi al 67,03%. Un dato molto positivo che va verso il 70% di RD, ovverosia l’obiettivo fissato dal nuovo piano dei rifiuti della Regione Toscana approvato pochi giorni fa dal Consiglio Regionale. E proprio per cercare di proseguire lungo i binari virtuosi della raccolta differenziata, il comune aretino ha in programma di realizzare nel prossimo futuro altri progetti come la realizzazione di un’area per l’Eco-scambio e un nuovo centro di raccolta a servizio dei propri cittadini. “Vorremmo proporre anche agli altri Comuni che fanno parte dell’ATO Toscana Sud un criterio di valutazione della tariffa sui rifiuti che tenga conto della raccolta differenziata – spiega il vicesindaco, Mauro Di Ponte –. Siamo convinti che grazie a una tariffa che agevoli chi differenzia di più, sia in termini di quantità che di qualità, si possa incentivare la buona pratica della differenziata e sensibilizzare sia i cittadini che le amministrazioni pubbliche”. L’estensione progressiva del porta a porta in tutto il territorio comunale, sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche ha permesso al comune di Terranuova di rispettare gli obiettivi di legge e garantire, oltre ad una maggiore quantità di differenziata, anche una migliore qualità di vita per i propri cittadini, riducendo drasticamente pratiche di conferimento sbagliato che invece si registrano nei cassonetti allorquando alcuni utenti conferiscono rifiuti anche di grandi dimensioni in maniera scorretta. E proprio per cercare di replicare l’esempio virtuoso di Terranuova anche negli altri Comuni facenti parte dell’ATO Toscana Sud, SEI Toscana nei prossimi mesi, in accordo con le amministrazioni comunali, ha in progetto l’avvio di un servizio porta a porta in diverse città. A dicembre è prevista l’estensione della raccolta domiciliare nella parte nord di Arezzo, mentre hanno già preso avvio i servizi porta a porta a Valpiana, frazione del comune di Massa Marittima, e a Badia a Elmi, nel comune di San Gimignano. Nel 2015 poi è previsto l’avvio del servizio di raccolta porta a porta in altri comuni della Toscana del Sud e l’estensione del servizio ad altre zone cittadine nei comuni in cui la raccolta domiciliare è già attiva da tempo.