Economia Circolare, il Senato apre una consultazione pubblica

Il tema dell’economia circolare ha assunto sempre maggiore importanza nel panorama legislativo internazionale e nazionale, come dimostra anche il recente collegato ambientale, e il livello di attenzione e consapevolezza da parte degli attori decisionali è senza dubbio in forte crescita. Tra questi la UE che nel dicembre 2015 ha adottato un Pacchetto di misure sull’Economia Circolare che mira a sviluppare un modello produttivo maggiormente sostenibile. L’obiettivo delle misure è quello di far mantenere quanto più a lungo possibile il valore dei prodotti e quindi allungare al massimo la loro vita, riducendo al minimo la produzione di rifiuti e al tempo stesso valorizzare al massimo i materiali e le risorse favorendo il più possibile la reimmissione di materia nei processi produttivi. Sulla scia della Commissione UE si inserisce quella Territorio e Ambiente del Senato che ha appena avviato una consultazione pubblica proprio in merito al pacchetto di misure adottato nel dicembre scorso.In pratica tutti coloro che siano interessati a partecipare, semplici cittadini oppure autorità pubbliche, imprese, Università, centri di ricerca, possono farlo inviando entro il 1° aprile e per scritto osservazioni in merito alle varie proposte legislative. Queste possono essere ad esempio suggerimenti per promuovere l’economia circolare nella fase della progettazione del prodotto per facilitarne il riciclo una volta giunto a fine vita, oppure per estenderne la durabilità attraverso il riutilizzo o la riparazione, riducendo così la produzione di rifiuti.Le osservazioni e i suggerimenti possono altresì riguardare lo sviluppo di mercati per le materie prime seconde, ovvero le materie che possono essere ricavate da un’attenta operazione di raccolta e separazione dei rifiuti, e lo sviluppo dei mercati di prodotti da esse derivati.Attenzione è poi riservata ai fattori che possono facilitare lo sviluppo dell'economia circolare e come sostegno alle imprese, includendo lo sviluppo e l'adozione di soluzioni eco-innovative, nonché l’investimento in tecnologia e competenze richieste dal mercato che si intende promuovere.Altro aspetto a cui in fine è rivolta attenzione è rappresentato dai consumi, con la volontà di promuovere nel modo migliore l'economia circolare nei confronti dei consumatori cercando di far leva sulle scelte dei prodotti che acquistano ed usano.