Sport, educazione ambientale e sostenibilità: Strade Bianche è stata una Ride Green con Sei Toscana

Sport, educazione ambientale e sostenibilità: Strade Bianche è stata una Ride Green con Sei Toscana

Bilancio assolutamente positivo quello della partnership fra Sei Toscana e RCS Sport&Events per “Strade Bianche”, la manifestazione ciclistica di livello internazionale che, lo scorso weekend, ha animato Siena e il territorio intorno al capoluogo con i percorsi lungo le sue suggestive strade sterrate. Da quest’anno la manifestazione è diventata ancora più sostenibile e si è fregiata del marchio “Ride Green” che connota tutte le iniziative ciclistiche attente all’ambiente.

Durante la tre giorni, sono state molteplici le attività svolte da Sei Toscana: dalla raccolta differenziata dei rifiuti ai laboratori di educazione ambientale, sino ad arrivare al monitoraggio della CO2 emessa ed alla elaborazione di un piano futuro per compensarla.

RACCOLTA RIFIUTI Sei Toscana si è organizzata per dotare i due punti nevralgici a Siena (Piazza del Campo e Fortezza medicea) e i punti ristoro dislocati lungo il percorso di contenitori e pannelli informativi per fare una corretta raccolta differenziata. I materiali che sono stati raccolti verranno poi avviati a riciclo negli impianti del territorio ed avranno così una seconda vita. La società si è occupata anche di raccogliere i rifiuti lasciati per strada lungo il percorso delle tre gare ciclistiche: gara pro maschile e femminile e Gran Fondo per gli amatori.

EDUCAZIONE AMBIENTALE Quasi 150 bambini, fra venerdì e sabato, hanno partecipato ai laboratori di educazione ambientale promossi da Sei Toscana. Il programma, che ha ripreso quelle di “Ri-Creazione”, il progetto di educazione ambientale che Sei Toscana promuove da otto anni nei Comuni dell’Ato Toscana Sud, è stato molto ricco ed articolato. I laboratori, totalmente gratuiti, hanno permesso ai bambini (molti figli di ciclisti che partecipavano alle gare) di conoscere e approfondire, giocando, i temi del riuso, della raccolta differenziata e del riciclo. Sabato, inoltre, le attività hanno visto protagoniste le classi vincitrici del concorso “Bici Scuola”, il grande progetto di “edutainment” di RCS Sport giunto alla sua ventiduesima edizione.

SOSTENIBILITÀ Sei Toscana misurerà i rifiuti prodotti durante la tre giorni, calcolando l’impatto ambientale della manifestazione così poi da elaborare, assieme ai partners, un piano per andare a compensare la CO2 emessa con la piantumazione di alberi.

“Siamo davvero orgogliosi e contenti di essere stati green partner di questa prestigiosa manifestazione sportiva che ha portato in città migliaia di persone – dice il presidente di Sei Toscana, Alessandro Fabbrini –. I ringraziamenti ricevuti dagli organizzatori e, soprattutto, da tantissime persone, ciclisti e spettatori, che hanno vissuto l’evento rappresentano per noi la più bella gratificazione possibile. Il nostro impegno proseguirà nei prossimi anni per rendere questo evento sempre più sostenibile e attento all’ambiente”.

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter X Linkedin