In Italia il 73,3% degli imballaggi avviati a riciclo nel 2021

In Italia il 73,3% degli imballaggi avviati a riciclo nel 2021

Nel 2021, l’Italia ha avviato a riciclo il 73,3% degli imballaggi immessi sul mercato: per un totale di 10 milioni e 550mila tonnellate. Una percentuale in leggera crescita rispetto al 2020 e un risultato che supera abbondantemente il 65% di riciclo totale chiesto dall’Europa ai suoi Stati membri entro il 2025. Il tutto pur in un anno di forte ripresa dei consumi, che ha visto aumentare in modo esponenziale l’immesso al consumo di packaging: oltre 14 milioni di tonnellate, circa l’8,5% in più rispetto all’anno precedente. È il quadro che traccia CONAI, il Consorzio nazionale imballaggi. Nel dettaglio, hanno trovato una seconda vita quasi 400mila tonnellate di acciaio; 53mila tonnellate di alluminio; oltre 4 milioni e 450mila tonnellate di carta e cartone; quasi 2 milioni e 200mila tonnellate di legno; più di 1 milione e 250mila tonnellate di plasticabioplastica; e quasi 2 milioni e 200mila tonnellate di vetro. Se alle cifre dell’avvio a riciclo si sommano quelle del recupero energetico, che usa i rifiuti di imballaggio come combustibile alternativo per produrre energia, i numeri crescono: nel 2021 l’Italia supera l’82% di imballaggi recuperati, ossia più di 11 milioni e 800mila tonnellate.

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin