“Yes I Can” Sei Toscana e il Consorzio nazionale Ricrea incontrano 300 studenti

“Yes I Can” Sei Toscana e il Consorzio nazionale Ricrea incontrano 300 studenti

“Yes I Can” in inglese significa “Sì, io posso” ma la parola Can significa anche barattolo. È da questo gioco di parole che nasce il titolo del progetto educational di Ricrea, il Consorzio nazionale raccolta e riciclo imballaggi in acciaio che ha fatto tappa a Siena. Trecento studenti degli Istituti Sarrocchi e Bandini hanno seguito la lezione sulle tematiche legate all’economia circolare assieme a Luca Pagliari, giornalista, documentarista e autore radiotelevisivo e a Sei Toscana. Una mattinata all’insegna delle buone pratiche e della sostenibilità, che ha visto i ragazzi partecipi e curiosi di conoscere in particolare tutti gli aspetti legati al riciclo e riuso degli imballaggi in acciaio. “Siamo molto felici di essere stati coinvolti da Ricrea per parlare ai ragazzi della raccolta differenziata di questo prezioso materiale che è l’acciaio – dice Alessandro Fabbrini, presidente di Sei Toscana –. Sei Toscana crede molto nell’educazione ambientale rivolta alle giovani generazioni. Oltre al progetto Ri-Creazione, abbiamo deciso di coinvolgere anche i ragazzi più grandi per cercare di offrire al territorio e al suo sistema scolastico un ulteriore strumento capace di promuovere quel salto di qualità culturale nell’affrontare le sfide ambientali che abbiamo di fronte e che è imprescindibile nella necessaria transizione verso l’economia circolare”.  La raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio (scatolette per tonno, barattoli per derivati del pomodoro, frutta sciroppata, caffè e cibo per animali domestici, ecc.) nei comuni gestiti da Sei Toscana viene effettuata con il multimateriale, insieme agli imballaggi in plastica e alluminio e registra un costante aumento anno dopo anno. Grazie al Consorzio Ricrea e agli impianti di riciclo, gli imballaggi in acciaio rientrano nei cicli produttivi trasformandosi in nuova materia e nuovi oggetti. “Yes, I Can è un progetto importante che ci aiuta a raccontare agli studenti l’importanza della corretta raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio – dichiara Roccandrea Iascone, responsabile comunicazione Consorzio RICREA –. L’acciaio è una risorsa preziosa e un perfetto esempio di reale economia circolare, perché si ricicla al 100% all’infinito: trasferire in modo efficace questo messaggio alle nuove generazioni è una priorità”. Hanno partecipato al progetto le classi del Sarrocchi 4°B Chimico; 2°C ITI; 1°B, 2°A e 2B del Liceo; 4°A e 5°A Robotica e 3°A e 3°B Meccanica ed Energia. Per il Bandini le classi 2°A Amministrazione Finanza & Marketing; 3°A Grafica e Comunicazione e 2°A Costruzione Ambiente e Territorio.

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin