Parte a Campiglia la riorganizzazione del servizio raccolta dei rifiuti

Si cambia per migliorare ambiente e decoro: aumento della differenziata, estensione del porta a porta e introduzione di cassonetti stradali ad accesso controllato

Parte a Campiglia la riorganizzazione del servizio raccolta dei rifiuti

Il comune di Campiglia Marittima vedrà a breve la riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti che prenderà avvio nel mese di ottobre. L’obiettivo è quello di aumentare la differenziata, portandola al 70% dall’attuale 36% e una maggiore qualità dei materiali raccolti implementando il ritiro “porta a porta” in alcune nuove aree e attraverso l’utilizzo di “cassonetti ad accesso controllato” per la raccolta stradale.

La riorganizzazione prevista, studiata su misura per il territorio comunale di Campiglia Marittima, si pone in

coerenza con quanto stanno facendo altri comuni dell'AOR (area omogenea di raccolta) Valdicornia, secondo le linee del Piano Industriale di SEI Toscana.

La scelta dell'Amministrazione comunale prende avvio dalla consapevolezza che l'attuale sistema di raccolta

debba e possa essere migliorato, pertanto, conoscendone le criticità, le problematiche e le necessità, ha lavorato, unitamente al Gestore, ad un nuovo e diverso sistema.

Con la finalità di contribuire al miglioramento generale delle condizioni ambientali e del decoro, il programma si pone una serie di obiettivi: incremento raccolte differenziate e materiali da avviare a riciclo, omogeneizzazione servizi sul territorio, introduzione, una volta a regime, del tributo puntuale, ovvero di una “bolletta” personalizzata che corrisponderà alle effettive caratteristiche di ogni utenza servita.

Il nuovo servizio prevede due step di attivazione, il primo per il porta a porta che prevede un incremento di 1400 utenze rispetto all’attuale che ne conta circa 1000, e il secondo per le utenze stradali, cioè quelle che utilizzeranno i cassonetti ad accesso controllato, che comprende circa 4400 utenze. Si tratta di un sistema integrato che coniuga, in base alle esigenze del territorio, due diversi sistemi di raccolta; si andrà quindi a servire e migliorare il servizio per tutte le 6.800 utenze del comune, comprendenti famiglie, aziende, attività ricettive e commerciali.

La raccolta porta a porta (PAP), avrà nuove modalità, nuove frequenze e nuovi calendari, diversi a seconda della zona e, soprattutto, nuove dotazioni che prevedono mastelli con il riconoscimento dell'utenza. I nuovi calendari entreranno in vigore a partire dal 16 ottobre, mentre a partire dall’8 settembre saranno consegnati i nuovi kit a tutti i cittadini coinvolti da questo servizio.

La raccolta stradale si baserà su contenitori di nuova generazione ad accesso controllato con sistema di

riconoscimento dell'utenza tramite la 6card, che a partire dal 16 ottobre andranno a sostituire le attuali postazioni. I nuovi contenitori inizialmente resteranno aperti per consentire a tutti di ritirare la card, che sarà in consegna nel mese di ottobre. Le postazioni per la raccolta con cassonetto saranno 55, distribuite negli stessi punti attuali, alcune saranno accorpate per consentire la collocazione della batteria completa di almeno 5 contenitori ciascuna (vetro, carta, multimateriale leggero, organico, indifferenziato).

La riorganizzazione dei servizi costituisce un momento importante di coinvolgimento e sensibilizzazione della cittadinanza sui temi sempre più attuali dell’ambiente e dell’economia circolare, ed è per questo che

l’amministrazione comunale, insieme a Sei Toscana, ha previsto incontri sui territori destinati alle diverse

tipologie di utenti: l’11 e il 12 settembre si terranno gli incontri destinati ai cittadini serviti dalla raccolta porta a porta, mentre ad ottobre si svolgeranno quelli rivolti alle utenze del servizio stradale.

La cittadinanza sarà capillarmente informata delle novità attraverso l'invio di una lettera specifica e in una serie di incontri in tutte le zone del territorio a cura del Gestore e dell'Amministrazione comunale comunicati con le stesse lettere e attraverso tutti i canali di comunicazione disponibili.

“Il programma e il progetto di riorganizzazione del servizio di raccolta sono il frutto di un grandissimo lavoro svolto nel corso di questi anni - dichiara la sindaca di Campiglia Marittima Alberta Ticciati - Siamo partiti dalla verifica delle criticità sul territorio, passati attraverso l'analisi dei dati, lo studio dei diversi modelli di raccolta, l'offerta del piano industriale proposto dal Gestore, in condivisione con i Comuni della nostra AOR, siamo arrivati a formulare un piano mosso e motivato dall’attenzione all'ambiente con diminuzione delle emissioni inquinanti, orientato ad una minore produzione del rifiuto indifferenziato e all’avvio del riciclo dei materiali di scarto secondo i principi di economia circolare. La collaborazione di tutti i cittadini e di tutti i soggetti utilizzatori del servizio rimane il punto fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi e delle finalità che ci siamo posti”.  “Un sistema capillare di formazione e informazione fianco a fianco con Sei – prosegue Ticciati - attraverso incontri pubblici, lettere recapitate a domicilio, strumenti social e on line, unitamente ad un nuovo servizio di sportello telefonico interno al comune che potrà rispondere alle domande dei cittadini, sarà utile per gestire e accompagnare i cittadini come soggetti attivi in questo percorso di trasformazione di comportamenti e cultura. Più alta sarà la consapevolezza e la corretta collaborazione degli utenti, più alto sarà il grado di decoro e la mitigazione della tariffa determinata da Arera”.

“Con Campiglia Marittima proseguiamo le attività di riorganizzazione dei servizi legate al nostro nuovo piano industriale che per l’area della Val di Cornia sono in corso a Piombino e Suvereto - commenta il direttore generale di Sei Toscana Gianluca Paglia –. Si tratta di territori preziosi, con ambienti naturali unici e a forte vocazione turistica, dove la gestione dei rifiuti assume un ruolo strategico. Il nostro obiettivo è quello di svolgere al meglio i servizi così da rendere questi territori sempre più sostenibili, sia per chi vi abita sia per chi li visita. Come sempre, confidiamo nella collaborazione di tutta la comunità per questa nuova importante fase”.

Queste le zone dove sarà introdotto il servizio di raccolta Porta a Porta oltre alle aree già servite di Campiglia

Marittima Centro Storico e Cafaggio. Nuove aree: Campiglia Marittima, Via di Cafaggio, Rovinato, Via delle Piagge, Via di San Vincenzo, Lumiere, Campalto, Botro ai Marmi, Via di Rimigliano, Caldanelle, Granai, Lavoriere, Affitti, Montioncello, Via della Monaca, Via di Citerna, Via di Venturina, Via Antonio Vivaldi, Zona Artigianale di Venturina, Zona Artigianale di Campo alla Croce.

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter X Linkedin