Sei Toscana aderisce all’Alleanza Territoriale Carbon Neutrality

La società diventa socio sostenitore. Il presidente Fabbrini: “Da sempre impegnati negli obiettivi di sostenibilità. L’obiettivo è il contenimento delle emissioni”

Sei Toscana aderisce all’Alleanza Territoriale Carbon Neutrality

Sei Toscana aderisce all’Alleanza Territoriale Carbon Neutrality: Siena. Il gestore unico dei rifiuti dei 104 Comuni della Toscana meridionale diventa socio sostenitore del progetto promosso da Fondazione Mps, Università degli Studi di Siena, Provincia di Siena, Comune di Siena e Regione Toscana.

“Abbiamo deciso di aderire al progetto – spiega il presidente di Sei Toscana, Alessandro Fabbrini – perché la società da sempre è impegnata negli obiettivi di sostenibilità. Sei Toscana, attraverso il lavoro quotidiano dei suoi oltre mille dipendenti, si propone l’obiettivo di valorizzare il patrimonio territoriale e ambientale del nostro territorio, gestendo il servizio in modo efficiente, efficace e, appunto, sostenibile. Sentiamo nostri i valori e gli obiettivi promossi dall’Alleanza e per questo sono sicuro che la nostra adesione possa portare benefici a entrambi, con la condivisione di know how, progetti e attività di sensibilizzazione attinenti all’economia circolare e alla sostenibilità”.

L’Alleanza Territoriale Carbon Neutrality: Siena, patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, coinvolge vari attori del territorio senese e nasce dalla collaborazione tra Fondazione Mps, Provincia di Siena e Università degli Studi di Siena che, fin dall’inizio degli anni 2000, si sono adoperate per lo sviluppo del progetto Siena Carbon Free, raggiungendo nel 2011 l’obiettivo di rendere la provincia senese carbon neutral. L’Alleanza vede fra i suoi soci sostenitori anche altre importanti realtà come Estra e Sienambiente.

“Abbiamo aggiunto una tessera fondamentale al mosaico dell'Alleanza – dice Simone Bastianoni, presidente dell’Alleanza –. La raccolta e la gestione dei rifiuti rappresentano una voce rilevante nel nostro bilancio dei gas serra e ogni miglioramento in questo settore costituisce un importantissimo passo in avanti”.