Massa Marittima: amianto, i cittadini possono richiedere il kit per lo smaltimento

Massa Marittima: amianto, i cittadini possono richiedere il kit per lo smaltimento
Massa Marittima

Stop all’amianto. Il Comune di Massa Marittima, in collaborazione con Sei Toscana, mette a disposizione dei cittadini che ne faranno richiesta un apposito kit per l’autorimozione dei manufatti contenenti amianto (MCA). Il kit è composto dai dispositivi di protezione individuali necessari per svolgere l’operazione in sicurezza e per imballare le parti da rimuovere. 

 “Siamo il secondo comune della provincia di Grosseto, dopo il capoluogo, ad aver attivato questo progetto importantissimo – afferma Ivan Terrosi, assessore comunale all’Ambiente – perché vogliamo dare un impulso decisivo alla rimozione dell’amianto nel nostro territorio. Il Comune di Massa Marittima, con un investimento di 10mila euro ha coperto una parte delle spese del servizio richiesto a Sei Toscana, consentendo ai cittadini di ritirare il kit ad un costo davvero contenuto, pari a 69,54 euro, con un evidente risparmio rispetto alla chiamata di una ditta specializzata. Ovviamente il kit è pensato per la rimozione di piccoli quantitativi, come una canna fumaria o un serbatoio, mentre per le grandi superfici, come le coperture in amianto dei capannoni, è necessario seguire il percorso tradizionale.”

 Il kit per l’auto rimozione può essere richiesto per le seguenti tipologie di materiale e quantità massime:

-       Pannelli, lastre piane e ondulate, per una superficie massima complessiva di 30 metri quadrati

-       Serbatoi. Vasche e contenitori con una capacità massima di 500 litri

-       Altri manufatti come canne fumarie e cappe (massimo 300 chilogrammi)

-       Pavimenti in piastrelle viniliche (massimo 30 metri quadrati esclusivamente se non è presente amianto nella colla)

Il servizio può essere richiesto per un massimo di tre volte nel corso dell’anno solare. I manufatti possono essere rimossi dal proprietario dell’unità abitativa o dagli altri componenti del nucleo familiare, mentre non può partecipare alle operazioni personale ove si possa configurare un rapporto di subordinazione.

 Come richiedere il kit: 

il proprietario dell’unità abitativa deve compilare l’apposito modulo scaricabile al seguente link:  https://www.comune.massamarittima.gr.it/ambiente/ e inviare la domanda al Comune di Massa Marittima, preferibilmente tramite PEC a comune.massamarittima@postacert.toscana.it, o in alternativa recapitandola a mano o mediante servizio postale presso il protocollo del Comune di Massa Marittima, piazza Giuseppe Garibaldi n° 9/10.

Entro 10 giorni il Comune verificata l'iscrizione e la regolarità dei pagamenti della TARI, trasmette la domanda al Gestore unico dei rifiuti che entro i successivi 15 giorni verifica la fattibilità tecnica dell'intervento. In caso di esito positivo convoca il richiedente presso il Centro di Raccolta in viale Martiri della Niccioleta, aperto nei giorni lunedì giovedì e sabato dalle 9-12 e dalle 14-17, dove gli verrà consegnato il kit amianto e un opuscolo che riporta in forma chiara e sintetica la procedura da seguire. A carico del Comune è la notifica alla ASL e il trasporto dei rifiuti fino ad un idoneo impianto di smaltimento. Mentre a carico del cittadino è l’acquisto del kit Amianto (direttamente dal gestore dei rifiuti Sei Toscana) al costo di 69,54 euro. 

Per offrire un ulteriore aiuto ai cittadini Sei Toscana ha pubblicato su Youtube un video tutorial che spiega come operare in piena sicurezza. Ecco il link al video: https://seitoscana.it/video/video-tutorial-servizio-auto-rimozione-dei-manufatti-cemento-amianto

Potrebbe interessarti