Sovicille, kit del porta a porta: prolungata l’apertura del punto consegna fino al 17 febbraio

In tanti hanno partecipato agli incontri informativi sulla riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti: il prossimo appuntamento è il 22 febbraio al circolo Arci di Sovicille

Sovicille, kit del porta a porta: prolungata l’apertura del punto consegna fino al 17 febbraio
Sovicille

Il Comune di Sovicille e Sei Toscana, in vista della riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti sul territorio comunale proseguono con la campagna di informazione rivolta alla cittadinanza per spiegare come funziona il nuovo sistema e cosa cambia rispetto al passato. Oltre all’invio delle lettere alle famiglie sono stati organizzati degli incontri pubblici sul territorio comunale. I primi 5, che si sono tenuti a San Rocco, Rosia e Volte Basse, hanno registrato un’ampia partecipazione. Gli ultimi due incontri sono in programma a Sovicille, presso il circolo Arci, il giorno giovedì 22 febbraio, alle ore 18 e alle ore 21

È stata anche prolungata fino a sabato 17 febbraio l’apertura del punto di ritiro del kit del porta a porta, presso i magazzini comunali, in località La Macchia. Il ritiro può essere fatto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, il sabato dalle 9 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.
Per ritirare il kit è necessario presentare il codice contribuente (o il codice fiscale dell’intestatario della bolletta rifiuti) e un documento di identità. Nel caso in cui l’utente non possa presentarsi personalmente potrà incaricare una persona di fiducia con una delega scritta.

“La riorganizzazione si inserisce in una complessiva revisione dei servizi che interesserà nel prossimo futuro anche i comuni limitrofi. – spiega Federica Parrini, assessora all’Ambiente del Comune di Sovicille – Sono molto soddisfatta dell’ampia partecipazione che abbiamo registrato finora agli incontri informativi. È fondamentale che i cittadini siano coinvolti e informati su questi cambiamenti, poiché il loro coinvolgimento è essenziale per il successo del nuovo sistema di raccolta. Auspichiamo la stessa partecipazione anche ai prossimi due incontri nel capoluogo.”

Le novità: il servizio porta a porta, già presente a Sovicille, Rosia, San Rocco, Volte Basse, Pian de Mori e la Macchia, sarà esteso a nuove porzioni di territorio, ovvero Tegoia, Tonni, la Fabbricaccia e Castello. Ci sarà una revisione e razionalizzazione dei calendari di conferimento e raccolta in tutti i territori in cui viene praticata, e nuove modalità di conferimento: viene introdotto il ritiro dell’organico che prima veniva conferito nei bidoni stradali, sarà mantenuto il ritiro dell’indifferenziato, della carta e del multimateriale leggero, mentre sarà necessario separare il vetro che verrà raccolto su strada negli appositi contenitori, riconoscibili dallo sportello verde. Nelle zone in cui il porta a porta viene introdotto saranno rimossi i vecchi contenitori stradali. Il nuovo servizio porta a porta inizierà dal 26 febbraio.

Sul resto del territorio è prevista la razionalizzazione delle postazioni di prossimità. Le nuove postazioni stradali saranno dotate di cassonetti di maggiore capienza e saranno complete per la raccolta differenziata delle 5 tipologie di rifiuto: carta e cartone nel contenitore con il coperchio blu, organico marrone, vetro verde, multimateriale leggero giallo, indifferenziato grigio. Tutti i nuovi contenitori saranno dotati di sistemi informatizzati per l’accesso controllato che, in futuro, con l’introduzione della tessera 6Card consentiranno di calibrare la tariffa anche sulla concreta collaborazione dei cittadini nell’effettuare la raccolta differenziata. In questa prima fase di avvio del nuovo servizio per aprire i contenitori sarà sufficiente premere il pulsante rosso.”

“Siamo fiduciosi che questa importante riorganizzazione garantirà maggiore efficienza del servizio andando verso una omogeneità delle forme di raccolta praticate nei diversi territori comunali che fanno parte della stessa ATO.  – spiega ancora l’assessora Parrini  - Cambiando i cassonetti su strada, estendendo il porta a porta e introducendo la raccolta separata del vetro, puntiamo inoltre ad aumentare la quantità e la qualità della raccolta differenziata: nel 2023 il dato si attesta sul 66,56 per cento con una flessione rispetto al 2019 in cui registravamo il 70,05%. Contiamo non solo di recuperare questo calo ma di fare molto meglio con questa riorganizzazione e con la collaborazione dei nostri cittadini.”

Potrebbe interessarti
Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin