Primo giorno della nuova raccolta rifiuti in centro storico: “I cittadini hanno aderito positivamente, ma serve maggiore collaborazione”

Primo giorno della nuova raccolta rifiuti in centro storico: “I cittadini hanno aderito positivamente,  ma serve maggiore collaborazione”
Siena

Primo giorno della nuova organizzazione della raccolta di rifiuti nel centro storico a Siena, partita oggi, lunedì 4 aprile. Dai primi controlli effettuati risulta che molti cittadini non hanno avuto nessuna difficoltà ad abituarsi al nuovo calendario di conferimento, mostrando impegno e piena collaborazione. Persistono tuttavia ancora comportamenti sbagliati, principalmente legati a giorni e orari di conferimento non rispettati. In questo contesto, per combattere l’abbandono o il conferimento sbagliato dei rifiuti, Comune di Siena e Sei Toscana hanno messo in campo uno straordinario sforzo di presidio e controllo, anche attraverso l’utilizzo di eco-informatori. Per agevolare al meglio i cittadini,gli stessi residenti del centro storico hanno a disposizione anche la 6Card e possono dunque servirsi dei cassonetti ad accesso controllato presenti fuori le mura.

 “Il primo giorno della nuova riorganizzazione – commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Siena Silvia Buzzichelli – ha fatto registrare un’ampia adesione da parte dei cittadini. Serve uno sforzo maggiore, però, unito a una piena collaborazione, anche se possiamo comprendere i disagi iniziali e le difficoltà di approccio a un cambiamento di abitudini. Normale che nei primi giorni, nonostante lo sforzo di informazione e comunicazione da parte di Comune di Siena e Sei Toscana, ci siano alcune criticità, il monitoraggio in questo senso sarà continuo e proseguirà anche nelle prossime settimane. Se dovessero perdurare però comportamenti sbagliati, nell’interesse di tutta la comunità, sarà necessario prendere opportuni provvedimenti. Stiamo parlando di una riorganizzazione che porterà vantaggi per tutta la comunità senese e per un centro storico più pulito e più vivibile”.

Il nuovo servizio. La nuova raccolta nel centro storico a Siena prevede la divisione in tre zone con tre calendari di conferimento diversi. I calendari sono stati recapitati per posta a tutti i cittadini e sono stati affissi in ogni portone. Inoltre tutte le informazioni sono riportate sul sito di Siena Comunica e sul portale di Sei Toscana. L’orario di esposizione dei rifiuti è, per tutte le zone, esclusivamente dalle 6 alle 8:30. Nella Zona A (terzo di Camollia) i rifiuti vengono raccolti: multimateriale lunedì e venerdì. Organico lunedì, mercoledì e venerdì. Carta il mercoledì. Indifferenziato lunedì e venerdì. Nella Zona B (terzo di San Martino): carta il giovedì. Multimateriale martedì e giovedì. Organico martedì, giovedì e sabato. Indifferenziato martedì e sabato. Zona C (terzo di Città): carta il lunedì. Multimateriale mercoledì e sabato. Organico lunedì, mercoledì e sabato. Indifferenziato mercoledì e sabato. Per le utenze non domestiche è previsto un servizio dedicato a seconda della loro tipologia (uffici, negozi, bar, ristoranti, ecc). Anche alle utenze non domestiche sono state recapitate le lettere con tutte le informazioni del caso. 

Ritiro del kit.Fino al 16 aprile è possibile ritirare il kit per chi ancora non lo avesse fatto: è necessario recarsi al Punto distribuzione in piazza Guido Chigi Saracini 10 (presso il mercato rionale di Camollia) da Sei Toscana. Lo sportello è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e dalle 14:30 alle 18:30. Il sabato dalle 8 alle 14. Assieme al materiale informativo e ai sacchi, viene consegnata anche la 6Card associata all’utenza.

“La riorganizzazione – conclude l’assessore Buzzichelli – porterà a numerosi vantaggi: l’esposizione dei rifiuti divisa per zona a giorni alterni contribuirà a garantire a maggiore pulizia, minore traffico e un migliore controllo. L’introduzione della raccolta dell’organico porterà alla riduzione dell’indifferenziato e all’aumento della differenziata. Viene dato un migliore servizio al cittadino, più moderno e anche con un minore impegno per il cittadino stesso, dovuto a minori giorni di esposizione. Il fine ultimo è un incremento della quantità e qualità della raccolta differenziata”.

Potrebbe interessarti
Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin