Basse di Caldana, area per un'isola ecologica

Gavorrano

Importante notizia arriva dalla giunta che ha approvato il progetto per la realizzazione, alle Basse di Caldana, di un'area che sarà un centro a supporto dei servizi di raccolta dei rifiuti. Non si parla di isola ecologica ma gli indirizzi che arrivano da Piazza Buozzi sono precisi. Il Comune ex minerario è all'avanguardia nella promozione di azioni di salvaguardia sul territorio in particolare per la lotta contro l'abbandono indiscriminato dei rifiuti. La giunta «per consolidare gli obiettivi legati alla raccolta differenziata e al riutilizzo delle materie ha individuato un'area attrezzata dove conferire i materiali che con gli strumenti ordinari non è possibile smaltire». La scelta ricade al bivio di Caldana. Qui in passato si svolgeva l'attività di recupero e selezione degli inerti provenienti dall'attività edilizia. Al momento questa superficie è già strutturata per cui sembra la location giusta per ospitare tutto il resto di quanto rientra in questo progetto che si integra con la raccolta differenziata. Area perfetta per estensione e pronta ad ospitare una struttura a supporto dei servizi di raccolta in quanto, fra l'altro, vanta una buona viabilità interna un discreto spazio pavimentato. Individuato tutto questo e ritenuto come una destinazione legittima per realizzare il progetto, in attesa di aver acquisito l'area con tutto quanto in essa compreso, il disco verde dalla giunta è arrivato ed ora si va avanti per centrare questo importate obiettivo che, una volta a regime, sarò disponibile e fruibile dalla cittadinanza . Una operazione che avrà il suo costo e si parla di una cifra che si aggira sui 330.000 euro ma di cui da tempo la popolazione sentiva la mancanza ed a più riprese ne invocava la nascita. Resta un obbligo per tutti: quanto sarà operativa è lì che si dovranno portare i rifiuti e non nelle boscaglia.

Potrebbe interessarti