Tari ridotta alle attività commerciali «Sarà una boccata d’ossigeno»

Orbetello

IL SINDACO di Orbetello, Andrea Casamenti, annuncia una vera «rivoluzione» in ambito della Tari. «Una forte diminuzione per 1500 attività – afferma il primo cittadino – e la scomparsa del doppio pagamento per le pertinenze casa». Il provvedimento andrà in approvazione al consiglio comunale convocato per sabato. La tassa sulla nettezza urbana per attività economiche e abitazioni si avvia quindi a un importante cambio di registro, che si tradurrà, secondo quanto afferma il primo cittadino, in un risparmio per numerose attività commerciali. Mentre per le abitazioni sparirà il doppio pagamento delle pertinenze. A rendere possibile la misura saranno «contenuti aumenti» spalmati su tutti i proprietari di abitazioni. «QUEST’ANNO – afferma il sindaco Casamenti – sarà una vera rivoluzione con una rivisitazione globale di tutta la tariffazione della nettezza urbana. Con l’assessore al commercio Ottali, previo confronto con la giunta, abbiamo deciso di dare una boccata d’ossigeno alle attività del nostro territorio dopo i giganteschi aumenti tariffari del passato. Abbiamo voluto dare un grande segnale di attenzione e vicinanza verso tutte le categorie produttive del nostro territorio». Insomma, un cambiamento davvero importante, secondo quanto ci anticipa il primo cittadino. «Per questo motivo le circa 1500 attività esistenti sul nostro territorio avranno una sensibile diminuzione della tariffa Tari con punte di diminuzione anche del 30 per cento – assicura il sindaco – come per alberghi, agriturismi, stabilimenti balneari, agenzie, uffici. Anche i campeggi avranno riduzioni intorno all’8 per cento, i negozi di abbigliamento riduzioni intorno al 25 per cento, le pescherie, pizze al taglio, fiori e piante riduzioni intorno al 21 per cento. Riduzioni anche per ristoranti, bar, pasticcerie, pizzerie». Inoltre a partire da quest’anno non saranno più pagate due volte le pertinenze delle abitazioni come avvenuto invece dal 2014. «Circa un migliaio – annuncia ancora il primo cittadino – saranno i proprietari di pertinenza che non saranno più costretti al pagamento della doppia tariffa pertinenziale. Tale minor entrata sarà spalmata su tutta la globalità di proprietari di abitazione con contenuti aumenti». Un provvedimento, anche questo, che era stato richiesto da più voci. «Quindi – conclude il sindaco, annunciando una vera e proprio ‘rivoluzione’ nel pagamento di questa imposta locale – una totale modifica della tassazione con l’obiettivo di aiutare tutte le realtà economiche del nostro territorio dando un impulso alla ripartenza». Il primo cittadino si prepara quindi a portare il provvedimento in consiglio comunale, sottolineando oltre alla propria anche la soddisfazione per l’assessore al commercio Maddalena Ottali «che tanto si era battuta per dare un segnale importante in tal senso».

Potrebbe interessarti