Abbattuta la tassa rifiuti Il Consiglio comunale vara la riduzione del 7,5%

Sorano

A SORANO quest’anno la Tari sarà meno cara. Il consiglio comunale ha approvato le tariffe della tassa sui rifiuti per il 2019 che registrano una riduzione media del 7,5 per cento per tutte le categorie. Un risultato positivo ottenuto grazie a una somma di fattori che vanno ricercati nella buona volontà di cittadini nel fare la differenziata, alla diminuzione di alcune spese e all’attività di recupero dell’evasione. Soddisfatto il primo cittadino. «Questo risultato – ha spiegato il sindaco, Carla Benocci – è reso possibile dalla diminuzione dei costi del piano economico e finanziario 2019 di Ato Rifiuti dovuta soprattutto all’incremento della raccolta differenziata. Inoltre ha inciso la costante e positiva attività di recupero dell’evasione condotta dall’ufficio tributi». Il sindaco ha poi ricordato che negli ultimi tre anni la Tari è diminuita a Sorano del 2 per cento rispetto al 2017 e del 3,5 nel 2018. Inoltre con delibera della giunta comunale è stato deciso un ritorno economico pari al 20 per cento della Tari pagata nel 2018 per i negozi di vicinato al dettaglio che vendono generi alimentari. Un’azione questa che mira a salvaguardare la presenza di questo genere di attività su tutto il territorio. Da parte sua il vicesindaco Pierandrea Vanni ha ricordato: «La media della raccolta differenziata nei primi quattro mesi del 2018 è stata del 34,5 per cento. - ha detto - Dal mese di maggio è partita la riorganizzazione del servizio con l’introduzione della raccolta differenziata di prossimità e negli otto mesi seguenti la media è stata del 69,O9». Complessivamente la differenziata nel 2018 ha attenuto un buon 57,50 per cento. «Un risultato incoraggiante – conclude Vanni - grazie alla collaborazione dei cittadini e che va incrementato per ridurre ulteriormente le bollette della Tari».

Potrebbe interessarti