Cassonetti intelligenti a Scarlino

Scarlino

Dopo Follonica i cassonetti intelligenti o ad accesso controllato arriveranno anche nel territorio di Scarlino. I nuovi dispositivi per la raccolta dei rifiuti saranno installati a Puntone e Pian d’Alma. L’amministrazione comunale scarlinese guidata da Francesca Travison, in collaborazione con Sei Toscana, sta infatti avviando la riorganizzazione del servizio di raccolta nella zona costiera. Da oggi inizierà la sotituzione dei vecchi cassonetti a Puntone e Pian d’Alma. Ma non verranno subito chiusi. Per permettere ai cittadini di prendere confidenza con i nuovi raccoglitori si è deciso di lasciarne l’accesso libero. Per aprire il bidone basterà solo premere un tasto. Nei prossimi mesi, dopo il primo periodo di sperimentazione, il Comune di Scarlino e Sei Toscana consegneranno le tessere associate a ogni utenza Tari delle zone interessate. A quel punto i cittadini dovranno utilizzare la card per aprire le postazioni e conferire i rifiuti nel modo corretto. E quando il nuovo sistema sarà a regime questo consentirà di introdurre un sistema tributario puntuale legato all’effettiva produzione dei rifiuti e al reale impegno nella differenziazione dei materiali. A Puntone le postazioni saranno installate alla Corte dei Tusci (via delle Collacchie), al Puntone vecchio, sul lungomare Garibaldi, in via della Dogana, nel parcheggio del porto turistico, a Portiglioni e in via Poggio Spedaletto con tre postazioni e in via Donatori del sangue dove le postazioni saranno due. A Pian d’Alma le postazioni sono al distributore e nella strada di Val Molina. Ognuna ha cinque contenitori. Quello con coperchio blu servirà per la raccolta di carta e cartone, per il vetro il cassonetto sarà di colore verde, per il multimateriale cioè imballaggi in plastica, alluminio e tetrapak il cassonetto avrà il coperchio giallo, per l’organico il coperchio sarà marrone e per l’indifferenziato il contenitore avrà una calotta volumetrica. «La sostituzione dei cassonetti – spiega il sindaco Francesca Travison – è il primo passo verso la riorganizzazione del servizio: con questa ulteriore modifica completiamo la raccolta differenziata in tutto il territorio comunale. Dividere i rifiuti è un atto civico di fondamentale importanza». Spesso accanto ai cassonetti ancora aperti nelle zone del Puntone e di Pian d’Alma i rifiuti, anche di grandi dimensioni, vengono abbandonati fuori dalle postazioni. «Un comportamento non solo scorretto ma anche incivile – dice il vicesindaco Luciano Giulianelli –. Chi continua ad abbandonare i rifiuti danneggia tutta la comunità anche a livello economico perché dobbiamo attivare un intervento da parte del gestore, che ha un costo». Per gli ingombranti Sei Toscana ha messo a disposizione il servizio di ritiro gratuito a domicilio mediante prenotazione telefonando al numero verde 800127484 o inviando una mail a ingombranti@seitoscana.it. Rifiuti che in alternativa potranno essere portati direttamente dai cittadini al centro di raccolta de La Pieve, il martedì e il sabato dalle 8 alle 13. Per maggiori informazioni: www.seitoscana.it o numero verde 800127484.

Potrebbe interessarti