No alla violenza, il primo grido è degli studenti

Siena

Oggi è la Giornata internazionale per l`eliminazione della violenza contro le donne, e un grido importante è stato lanciato ieri mattina in piazza del Campo, con un flash mob dei ragazzi delle scuole superiori di Siena. Ha partecipato anche l`assessore alle pari opportunità Micaela Papi. Il Comune, inoltre, ha aderito alla giornata di lutto regionale per ricordare il dramma di tutte le donne che hanno perso la vita per mano di un uomo e dopo il femminicidio di Giulia Cecchettin. L`amministrazione ha esposto la Balzana a mezz`asta e listata a lutto. Oggi la Cappella di piazza sarà illuminata di arancione per sostenere la campagna Orange the world di Unwomen per promuovere un mondo senza violenza di genere contro le donne. Alle 15, in Fortezza, è in programma Un fiore, una pianta per donne vittime di violenza, cerimonia di commemorazione delle donne vittime di violenza. Anche Sei Toscana e Sienambiente hanno voluto unirsi, con un piccolo gesto, alle tante voci che oggi si alzano per urlare basta alla violenza di genere e hanno deciso di colorare di rosso una delle panchine nell`area giochi antistante la sede di via Simone Martini. La Cgil e lo Spi Cgil portano nelle case dei senesi un messaggio contro la violenza sulle donne e lo fanno con il pane. Più di 30 forni della città e della provincia aderiscono infatti all`appello del sindacato confezionando il pane che esce dai loro negozi con una busta speciale dove campeggia lo slogan `La violenza contro le donne non può essere pane quotidiano`, un disegno realizzato dagli studenti del Liceo Artistico Duccio di Buoninsegna e i numeri dei centri anti-violenza presenti sul territorio: Siena 347 2220188, Val d`Elsa 366 2067788, Amiata 392 4147596, Val di Chiana 329 3050686. "E` un`iniziativa alla quale siamo molto affezionate affermano le donne del sindacato. - Se da una parte coinvolge il mondo del lavoro e delle pensionate e pensionati, dall`altra impegna gli studenti e le studentesse a riflettere sulla tematica della violenza di genere. Fa conoscere i centri antiviolenza che si trovano nella nostra provincia e porta in migliaia di case un messaggio fondamentale. Crediamo che sia importante continuare a ripeterlo, molto più adesso che le cronache sono invase dall`orrore dell`ennesimo femminicidio". Scende in campo anche la Confesercenti, che evidenzia come nel commercio, nel turismo e nei servizi un terzo della componente imprenditoriale è donna. Per questo l`associazione invierà alle attività associate una cornice quadrata rossa scaricatile ed esponibile in vetrina oggi, all`insegna dello slogan Red saturday: facciamo quadrato - Chi ama non uccide. La Cisl Siena, invece, organizza la proiezione dell`ultimo film di Paola Cortellesi, C`è ancora domani. L` . appuntamento (già esaurito) si svolgerà nel cinema Alessandro VII in piazza dell`Abbadia a Siena lunedì 27 novembre alle ore 20.30. "Come segreteria confederale abbiamo deciso di far proiettare questo film per sottolineare l`importanza di questa giornata - sottolinea Benedetta Elia segretaria con delega al coordinamento donne. - Un film che è veicolo di messaggi estremamente attuali e importanti come il pericolo dell`autoritarismo patriarcale, la necessità di reagire e emanciparsi, il rapporto genitori figli, la figura della donna". 

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin