Tari, sì del Consiglio comunale alla riduzione delle tariffe

Sansepolcro

Tari, il Consiglio Comunaleapprova le tariffe 2018: riduzionemedia del 1,23%.L’assisebiturgense ha approvato lamodifica al regolamento dellaIuc e le tariffe sui rifiuti perl’anno 2018, che registranouna diminuzione media del1,23%Dopol’assisededicata al bilanciodi previsione, documentodiscusso a inizio mese, l’ultimaseduta del Consiglio Comunaleha visto l’approvazionedelle modifiche del regolamentodella IUC e delle tariffe,componente Tari, per l’anno2018. Per quanto riguardaquest’ultima imposta arrivanobuone notizie per i cittadinibiturgensi, con una riduzionemedia della tariffa pari al1,23%.“Un risultato importante - hacommentato l’assessore al BilancioCatia Del Furia - datodall’azione di maggiore controllosui costi dell’Ato e in generalealla maggiore attenzionealla politica inerente i rifiuti.Lasituazioneattuale ci consentedi chiudere il consuntivo2017, la cui differenza somma86.000 euro, edi ridurre laTariin media del 1,23%. ‘In media’significa che la riduzione èspalmata sulle varie categoriein maniera diversa, poichéstrettamente correlata ai coefficientidipartenza. Ciò ciconsentiràdi garantire una quotada riservare agli investimentiatti a favorire l’aumento dellaraccolta differenziata. Perquanto riguarda i soggettisvantaggiati, l’invarianza delletariffe consentirà inoltre dimantenere l’impiantoagevolativoinatto migliorandonel’efficienza.”Prima di affrontare il tributocomunale sui rifiuti, il Consigliohaapprovatoanchelamodificaal regolamento per ladisciplinadell’Imposta UnicaComunale Iuc: “La modificadel regolamento - ha spiegatol’assessore - si rende necessariaperagevolare le utenzenondomestiche che nel primo casoposseggonoporzionidimagazzinocollegati all’eserciziodell’attività produttiva checontengono rifiuti speciali eche fino adogginonpotevanoessere esentate. Nel secondo siinnalza il riconoscimento economicoper chi produce rifiutispeciali assimilati. Il contributoatonnellataaumentainmanierasignificativa aunduplicescopo, ossia favorire lo smaltimentodelle aziende (che sempremeno producono rifiuti)incentivandole a non gravaresui costi di smaltimento delComune.Essendoinattoun’azionedi verifica è opportunoadeguare imezzi regolamentariatti a tutelare i cittadini neglieffettivi diritti e l’amministrazionenel dovere di gestire almeglio la cosa pubblica”.

Potrebbe interessarti