Mobili e materassi abbandonati in strada, fioccano le multe

Arezzo

SARÀ IL CALDO che rende pigri, saranno i problemi di Sei Toscana, fatto sta che praticamente ogni mattina, in tanti angoli di Arezzo, è possibile vedere rifiuti ingombranti abbandonati accanto ai cassonetti. Per la maggior parte, si parla di mobili buttati a casaccio da chi ne acquista di nuovi e non ha la pazienza di aspettare il ritiro di quelli vecchi da parte di Sei Toscana. Ieri mattina si potevano vedere in via Calamandrei sedie di plastica e quel che restava di una cassettiera, in bella vista vicino ai cassonetti. Nei giorni scorsi sono stati documentati, da parte della consigliere comunale Mery Cornacchini, abbandoni a Case Nuove di Ceciliano, Tregozzano, Chissa superiore, alla Carbonaia, San Leo e Ponte a Chiani. Stesso copione un po’ ovunque. Un malcostume che continua a impervesare nonostante siano entrate in azione le fototrappole e ci siano ispettori ambientali chiamati a verificare il corretto conferimento dei rifiuti. Putroppo, il numero di fototrappole e ispettori non è sufficiente a contrastare il fenomeno che è ormai diffuso in lungo e in largo. Pensare che fino a questo momento sono state comminate multe per 7600 euro grazie all’utilizzo delle fototrappole e notificati 126 verbali degli ispettori ambientali per un totale di 19400 euro. Un totale di 27 mila euro di multe che però non scoraggia i trasgressori.

Potrebbe interessarti