Rifiuti, l'Ato calcola gli sconti sui disservizi

In videoconferenza l'Assemblea dei sindaci dei 104 Comuni di Ato Toscana Sud. Il più importante argomento all'ordine del giorno era il Regolamento per il Controllo della gestione del servizio rifiuti prestato da Sei Toscana, in particolare l'accordo che disciplina il procedimento di accertamento in contraddittorio dei disservizi contestati dai Comuni e i conseguenti effetti di decurtazione del corrispettivo riconosciuto al Gestore. Votato l'accordo, dal primo gennaio 2021 le segnalazioni di disservizio che i Comuni contesteranno al gestore saranno vagliati da Ato con il Gestore e, in caso di inadempimento accertato, Ato provvederà ad applicare una decurtazione del corrispettivo in sede di consuntivo fino a un massimo del 3%. L'Assemblea ha approvato delibere relative all'applicazione del nuovo metodo tariffario, tra cui la quantificazione del conguaglio da riconoscere a SEI per il ricalcolo del corrispettivo 2018, pari a 3 milioni di euro. A dicembre il nuovo Piano economico che avrà effetti sulla Tari del triennio.