Differenziata, Radicofani al vertice Raggiunto l'83,84%: è tra i Comuni più ricicloni dell'intera regione. Grande risposta dei cittadini

Radicofani

Il piccolo Comune di Radicofani (1066 abitanti) prosegue nella sua scalata al record di raccolta differenziata nell'Ato Toscana Sud e vola alla straordinaria percentuale dell'83,84% un più 31,35% rispetto al 2020 che lo colloca tra i maggiori comuni "ricicloni" dell'intera regione. "La svolta, grazie alla decisiva riorganizzazione dei servizi di raccolta spiega il sindaco Francesco Fabbrizzi, decisamente soddisfatto della scelta di civiltà compiuta dalla sua amministrazione che già lo scorso anno aveva premiato i cittadini con una diminuzione della tariffa in media del 7% per le utenze domestiche e in media del 6% per le utenze non domestiche". La riorganizzazione del servizio di raccolta ha comportato innanzi tutto l'introduzione dei cassonetti a accesso controllato utilizzabili con la 6Card. E, secondariamente, l'attivazione di altre raccolte particolari, come i box per i piccoli Raee e per l'olio alimentare esausto. I cittadini hanno risposto con grande impegno, aderendo positivamente alle novità, che vanno nella direzione della attenzione da dedicare al proprio paese, anche a fini turistici, visto il richiamo di un gran numero di visitatori che restano appagati dalla bellezza e dalla cura del territorio. Quest'anno, però, l'aumento della percentuale di raccolta differenziata non ha fatto scattare per tutti il premio nei costi, tanto che la bolletta con il saldo 2022 della Tari è risultata alquanto pesante per molte famiglie. Il sindaco Fabbrizzi ha spiegato sulla propria pagina social che "gli aumenti del 2021 sono generalizzati (anche perché si tratta di un servizio energivoro) e la normativa prevede che le tariffe sfavoriscano i nudei familiari più numerosi". E ha sottolineato che "il passaggio del servizio tra raccolta tradizionale e raccolta con i cassonetti a accesso controllato non ha comportato aumenti". Infatti, "grazie al minor conferimento in discarica dei materiali indifferenziati e grazie agli accertamenti tra il 2019 e il 2020 le tariffe sono diminuite e la maggior parte degli utenti ha pagato meno". Ha esortato infine i concittadini a continuare con la raccolta differenziata per tre motivi: per lasciare ai figli un mondo migliore, per contribuire a abbattere la tariffa, per fare di Radicofani un motivo in più di orgoglio per il territorio. Risultato ottenuto anche grazie al forte impegno degli amministratori "nessuno ci sollecita come voi", gli dicono da Sei Toscana attenti a ogni disfunzione e di continuo pungolo per migliorare la qualità del servizio. Raccolta differenziata a Radicofani Funziona molto bene anche grazie alla riorganizzazione del servizio

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin