La raccolta differenziata fa un balzo fino al 76,7%

Pitigliano Sorano

Pitigliano e Sorano fanno un salto di qualità nella raccolta differenziata. A Pitigliano la raccolta virtuosa cresce di 17,22 punti, balzando dal 37,26% di aprile al 54,48% di agosto. Sorano fa ancora meglio, perché con l'entrata in vigore della raccolta di prossimità in tutte le frazioni, con l'eccezione di Sorano e di San Quirico dove si attua da anni il porta a porta, la differenziata è cresciuta del 23,75%.Grande soddisfazione della sindaca di Sorano Carla Benocci e del suo vice Pierandrea Vanni che spiegano: «Nei primi quattro mesi del 2018 (gennaio-aprile), cioè prima della Rdp, la differenziata raggiungeva nel comune il 34 per cento, nel secondo quadrimestre (maggio-agosto) è balzata al 67,75, con punte davvero significative a luglio (74) e ad agosto (76,7). Le proiezioni ci dicono che se continuerà il trend positivo arriveremo a fine anno oltre il 55 per cento. Su base annua gennaio-agosto 2018 la percentuale complessiva è del 52,5 per cento, Si tenga conto che nel 2017, intero anno, era stata del 35 per cento».Sindaca e vicesindaco, nel ringraziare i cittadini, commentano che "l'introduzione della Rdp si sta rivelando una scelta giusta. C'è comunque ancora molto da fare e il prossimo impiego degli ispettori ambientali e delle fototrappole aiuterà molto. Da venerdì riprenderemo il confronto con Sei - avvertono - che a livello locale ha assicurato collaborazione».Anche il sindaco di Pitigliano Giovanni Gentili è soddisfatto e ringrazia: «Sta funzionando la riorganizzazione del servizio introdotto a maggio. Un grazie ai cittadini che hanno contribuito a questo risultato». Gentili è soddisfatto anche perché «al di là del balzo in avanti registrato nella raccolta differenziata da aprile ad agosto, i dati pubblicati da Sei Toscana confermano un trend di crescita interessante rispetto allo scorso anno. Siamo passati da una media di 40,70 punti percentuali del 2017 a una media di 45,94 punti percentuali di raccolta differenziata nei primi mesi dell'anno, che potrebbe avvicinarsi al 50% considerando tutto il 2018». E anche Gentili, come la collega Benocci assicura «attenzione alta nei confronti dell'abbandono di ingombranti e più in generale dei comportamenti illeciti» e ricorda che «sono in funzione le fototrappole che vengono spostate a rotazione sul territorio per vigilare sul corretto conferimento nei cassonetti di prossimità. Inoltre, a breve istituiremo la figura dell'ispettore ambientale che avrà una funzione più informativa che repressiva, almeno all'inizio, andando a formare quelle famiglie che dimostrano qualche difficoltà in più nel fare la differenziata».

Potrebbe interessarti