Tari, diminuzioni in arrivo «Anche fino al 14 per cento»

Scarlino

Nel 2017 era stata amara la sorpresa per gli scarlinesi: la Tari aveva infatti subito degli aumenti consistenti rispetto all'anno precedente. Aumenti dovuti all'introduzione del nuovo servizio della raccolta differenziata. Quest'anno invece i cittadini possono tirare un piccolo sospiro di sollievo visto che l'amministrazione comunale ha annunciato diminuzioni che vanno dal 12% fino al 14% e in alcuni casi può arrivare al 22%. «Sono soddisfatto del lavoro profuso dalla giunta, dall'assessore Francesca Mencuccini oltre che dagli uffici ambiente e tributi - dice il sindaco Marcello Stella - che hanno consentito di raggiungere questi risultati, che porteranno per le utenze domestiche una riduzione percentuale delle tariffe Tari mediamente del 12%, ed in alcuni casi fino ad oltre il 14%. Per il capoluogo, grazie alla raccolta differenziata, si avrà un ulteriore riduzione del 10% con una diminuzione complessiva media del 22% (la riduzione del 10% era stata già applicato per Scarlino Scalo lo scorso anno). Anche per le utenze non domestiche si avranno interessanti riduzioni e tutto ciò senza in alcun decremento del servizio». Il risultato è stato raggiunto grazie ad una maggiore attenzione sui controlli per abbandoni e andando a migliorare l'organizzazione del servizio. Non ultimo ha influito la lotta all'evasione fiscale che, con la concessione della rateizzazione nei pagamenti, consentirà al Comune di migliorare il recupero dell'accertamento consolidato. «Confidiamo di poter proseguire in questa direzione - continua il sindaco - quantomeno garantendo il mantenimento nel tempo dei risultati conseguiti quest'anno, ma tutto sarà anche determinato da modifiche normative attese da tempo e sulle quali occorrerà fare i conti. Inoltre sono state create due postazioni chiuse destinate alle attività commerciali e postazioni per utenti non residenti».

Potrebbe interessarti