Contro gli abbandoni selvaggi dei rifiuti arrivano le telecamere

Orbetello

Oltre 20 telecamere saranno installate, sul territorio orbetellano, per combattere l'abbandono dei rifiuti. Il Comune ha approvato un progetto dal costo di circa 40mila euro con il quale ha previsto l'installazione di telecamere, anche con lettura targa, nei punti più critici del territorio. Ci sono zone, infatti, dove, in corrispondenza dei cassonetti, cittadini incivili lasciano rifiuti ingombranti tanto da trasformare i piccoli punti di raccolta in vere e proprie discariche a cielo aperto. L'inizio dell'installazione dell'occhio elettronico è prevista a partire dalla metà di gennaio. «Ci saranno undici zone sul territorio comunale - spiega l'assessore ai rifiuti Luca Minucci - individuate fra quelle più critiche. Un lavoro svolto anche grazie alla collaborazione della polizia municipale e del delegato Roberto Berardi, Abbiamo deciso di installare delle telecamere affinché chi abbandona i rifiuti e genera situazioni di degrado venga sanzionato. Inizieremo a gennaio. Ci auguriamo che la presenza di questi strumenti faccia cessare o quantomeno diminuire il fenomeno. Lo avevamo promesso e lo facciamo». Le telecamere saranno installate in corrispondenza dei cassonetti che si trovano lungo la strada del Priorato. Qui spesso accanto ai bidoni si trovano elettrodomestici o altre suppellettili abbandonate. La video sorveglianza ci sarà anche ai cassonetti della strada vicinale di Patanella, in via Aurelia sud, lungo la strada provinciale di Giannella, in via del Pino e in via Argentario, sempre in Giannella, lungo la strada dei Bagnacci all'Osa dove anche qui, vista la presenza di un folto canneto vicino a dove sono posizionati i cassonetti, si possono trovare bombole del gas, cartoni e altra spazzatura abbandonata. Le telecamere arriveranno anche in via De Santis a Neghelli, lungo la strada vicinale Barca del Grazi, alle Saline Breschi e lungo la strada della Melo sella. Punti che da sempre rappresentano una vera e propria spina nel fianco per le amministrazioni e la lotta agli abbandoni. Minucci ricorda che per il ritiro dei rifiuti ingombranti basta chiamare il numero verde di Sei Toscana, 800 127 484, e prenotare il ritiro. 

Potrebbe interessarti