Il porta a porta debutterà anche nelle frazioni

Massa Marittima

L'obiettivo da raggiungere entro il 2020 è il 70% di raccolta dei rifiuti differenziata e così anche a Massa Marittima e in alcune frazioni del Comune arriva il porta a porta. La piccola rivoluzione arriverà nei prossimi mesi ma intanto, per preparare la popolazione al cambiamento, il Comune e Sei Toscana stanno organizzando degli incontri pubblici in cui verrà spiegato il nuovo servizio. Il cambiamento interesserà il capoluogo, Valpiana (centro abitato e zona industriale) e Ghirlanda. Nel comune di Massa Marittima la raccolta differenziata è superiore al 44%, un risultato positivo ma che è ancora distante dagli obiettivi di legge. Così, con la riorganizzazione del servizio, aumenterà la percentuale di recupero delle varie tipologie di rifiuti. Il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani attraverso la metodologia del "porta a porta" consiste nella separazione domestica delle diverse tipologie di rifiuto che saranno poi raccolte a domicilio dagli operatori del gestore Sei Toscana secondo orari e frequenze stabilite. Nelle prossime settimane, il personale incaricato da Sei Toscana consegnerà a domicilio il kit per la raccolta differenziata (sacchi e mastelli), comprensivo del materiale informativo. Per illustrare ai cittadini le nuove modalità di svolgimento del servizio che verranno attivate nei prossimi mesi, l'amministrazione comunale e il gestore Sei Toscana hanno programmato degli incontri pubblici rivolti ai cittadini secondo il seguente calendario: giovedì 5 aprile alle 18 sala dell'Abbondanza in via Goldoni a Massa Marittima, giovedì 5 aprile alle 21 al centro Sociale di Valpiana, lunedì 9 aprile alle 18 alla trattoria da Sbrana a Ghirlanda e lunedì 9 aprile alle 21 all'ex convento delle Clarisse di Massa Marittima.

Potrebbe interessarti