Ecomondo\3 L’intelligenza artificiale per la transizione ecologica

Ecomondo\3 L’intelligenza artificiale per la transizione ecologica

I sistemi di apprendimento automatico, il cosiddetto machine learning, stanno entrando sempre di più in tutti i settori delle nostre attività produttive che vedono nell'Intelligenza Artificiale uno strumento capace di innovare i processi sia in precisione, sia in soluzioni e capacità decisionali. È quindi naturale che i due contratti di rete italiani, Aires (che vede Sei Toscana come capofila) e Saihub, nati per aggregare aziende e centri di ricerca, rispettivamente sui temi della Bioeconomia Circolare e dell'Intelligenza Artificiale, abbiano deciso di firmare un accordo quadro cercando convergenze e progetti comuni. L’accordo di collaborazione, siglato da Aires e Saihub, è stato presentato a Ecomondo e prevede di promuovere e sviluppare progetti di intelligenza artificiale da applicare ai temi dello sviluppo sostenibile, dell’economia circolare, della gestione dei rifiuti, del recupero dei materiali e dell’efficientamento energetico, oltre che alle applicazioni legate alle scienze della vita e alle biotecnologie, per un futuro ecosostenibile del territorio. L'obiettivo è sviluppare progetti e ricerca applicata per avere tecnologia pronta a supportare la transizione ecologica. Il talk, curato da Aires su transizione ecologica e Intelligenza Artificiale, ha visto la partecipazione del presidente di Saihub Ernesto Di Iorio, Ceo di Questit, la società che opera nel settore che delle tecnologie cognitive e di apprendimento automatico che è passata dai classici chatbot agli “Artifical Humans”. Con lui erano presenti in rappresentanza di Aires, il network per la bioeconomia circolare che raccoglie Multiutility e prestigiosi centri di ricerca: il presidente Massimo Aiello (Acea Ambiente), Andrea Caneschi (Consorzio Instm), Paolo Cenderelli (Ekovision), Vincenzo Argentieri (Polo Magona) e Leonardo Trivelli (Scapigliato). Nel talk si è parlato, tra le altre cose, dei primi risultati dell'uso di “Artificial Humans” per gestire servizi di raccolta rifiuti, sistemi di captazione di biogas con Ai, cestini intelligenti.

Per rivedere il talk clicca qui.