Cresce la raccolta differenziata e il riciclo di carta e cartone in Italia

Cresce la raccolta differenziata e il riciclo di carta e cartone in Italia

Buone notizie per l’ambiente: cresce la raccolta differenziata e il riciclo di carta e cartone in Italia. La differenziata non arresta la sua corsa e anche nel 2019 conferma il trend degli ultimi anni migliorando le performance nazionali del 3%. Con 100mila tonnellate in più rispetto al 2018 si supera quota 3,5 milioni di tonnellate differenziate dai cittadini con un pro-capite di 57,5 kg/ab. È quanto emerge dal Rapporto Annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia, giunto alla 25° edizione, realizzato da Comieco (il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica). I nuovi dati trovano spiegazione in due diversi fattori: da una parte l’impegno sempre crescente dei cittadini nel fare la raccolta differenziata, dall’altra una filiera efficiente, quella del riciclo, che non si è mai fermata, nemmeno in pieno lock-down, confermandosi settore essenziale per il Sistema Paese. Nel Centro Italia sono state raccolte oltre 841mila tonnellate di carta e cartone (+2,8% rispetto al 2018) con una media pro-capite di 69 kg. La Toscana, grazie anche ai servizi svolti da Sei Toscana, guida gli incrementi mettendo a segno un +4,4%. La raccolta differenziata di carta e cartone viene fatta di più, ma anche meglio. In tal senso, il Rapporto mette in evidenza il miglioramento qualitativo dei materiali a base cellulosica avviati al riciclo. Dopo alcuni anni, infatti, l’incidenza delle impurità nella raccolta differenziata di carta e cartone svolta dalle famiglie torna sotto la soglia del 3% mentre viene confermata l’eccellente qualità delle raccolte sui circuiti delle utenze non domestiche. Dati importanti, la qualità all’origine è essenziale per garantire valore lungo la filiera e assicurare il riciclo efficiente della carta e del cartone.