Errato conferimento dei rifiuti: controllo da parte degli ispettori ambientali

Errato conferimento dei rifiuti: controllo da parte degli ispettori ambientali
Follonica

Lotta dura agli errati conferimenti dei rifiuti. Questa mattina, a Follonica, l’assessora all’ambiente Mirjam Giorgieri insieme ai vigili urbani, agli ispettori ambientali e agli operatori di Sei Toscana, hanno effettuato un sopralluogo in alcuni quartieri cittadini. Sono stati aperti alcuni sacchi della spazzatura abbandonati in strada per risalire ai proprietari e per elevare le relative sanzioni a carico dei trasgressori.

L’attività di controllo e monitoraggio si è concentrata principalmente sui rifiuti indifferenziati. L'attività si è svolta sia nei quartieri serviti dal porta a porta che da quelli dove il conferimento avviene nei cassonetti. Gli abbandoni dei rifiuti si verificano infatti in entrambe le soluzioni. In particolare, da alcuni mesi i rifiuti indifferenziati, per i quartieri porta a porta, devono essere conferiti esclusivamente all’interno dei mastelli dedicati. Tutta la spazzatura che viene lasciata al di fuori dei contenitori dati in dotazione, non può più essere ritirata.

«Abbiamo fatto un giro di ricognizione in alcune vie di Follonica – spiega l'assessora Mirjam Giorgieri – Sono moltissimi i cittadini che svolgono bene la raccolta differenziata, ma purtroppo c'è chi ancora non si è adeguato alle novità che sono state applicate da mesi. I sacchi abbandonati diventano preda di gabbiani che disperdono poi i rifiuti in giro per la città: un disagio che potrebbe essere eliminato seguendo alcuni semplici accorgimenti. Per offrire un servizio buono alla città è fondamentale che anche i cittadini facciano la loro parte, impegnandosi a fare la raccolta differenziata. Chi non ha ancora ritirato il mastello per l'indifferenziato è invitato a farlo, così da poter permettere al servizio di funzionare al meglio».

I sacchi della spazzatura lasciati a terra sono stati aperti grazie all'intervento degli ispettori ambientali di Sei Toscana che hanno cercato corrispondenza o qualsiasi altra informazione utile a risalire ai proprietari. Chi abbandona rifiuti rischia una sanzione amministrativa da trecento a tremila euro e se l'abbandono riguarda rifiuti pericolosi la sanzione è raddoppiata.

 

Allo sportello di Sei Toscana è possibile, per chi non lo avesse ancora fatto, ritirare il mastello dell’indifferenziato (per le utenze servite dal porta a porta) e la 6Card (per le utenze servite con i cassonetti ad accesso controllato).

Lo sportello, che si trova nei locali dell'ex Officina Cilindri (comprensorio Ex Ilva, di fianco al Teatro fonderia Leopolda), è aperto tutti i lunedì dalle 9 alle 13, mercoledì dalle 16 alle 20 e sabato dalle 9 alle 13.

Per ritirare i materiali è necessario presentarsi con un documento di riconoscimento (o codice fiscale) ed eventuale delega in carta semplice. Le nuove utenze dovranno presentare anche copia dell’avvenuta iscrizione al ruolo Tari del Comune di Follonica.

In caso di smarrimento della 6Card già ritirata, è necessario presentarsi con denuncia di smarrimento effettuata al comando della Polizia municipale (Follonica). Le nuove utenze dovranno presentare anche copia dell'avvenuta iscrizione al ruolo Tari del Comune di Follonica.

Per maggiori informazioni: www.seitoscana.it o numero verde 80012748.

Potrebbe interessarti