A Follonica i servizi di raccolta estivi sono a impatto zero

Saranno utilizzati tre mezzi elettrici per lo svuotamento dei cestini sul lungomare e in via

A Follonica i servizi di raccolta estivi sono a impatto zero
Follonica

A Follonica i servizi estivi di igiene ambientale sono a impatto zero.

Questa mattina, in piazza al mare, sono stati presentati alla cittadinanza i tre nuovi mezzi elettrici che saranno utilizzati per lo svuotamento dei cestini e la pulizia del lungomare e di via Roma.

Si tratta di due “T-riciclo”, due tricicli elettrici raccogli-rifiuti e di un apecar sempre ad alimentazione elettrica.

“Questa novità coniuga le buone pratiche sulla mobilità alla sostenibilità ambientale – dicono il sindaco Andrea Benini e l’assessora all’ambiente Mirjam Giorgieri – proprio per questo motivo siamo felici di avere a Follonica dei mezzi elettrici con i quali viene svolta la raccolta dei rifiuti nel centro cittadino e sul lungomare. Si tratta di un passo avanti che faciliterà il lavoro degli gli operatori e permetterà di avere un servizio migliore”.

I due tricicli di Sei Toscana sono alimentati tramite pannelli fotovoltaici posizionati sul tettino che assicurano la piena autonomia energetica e alimentano il sistema di pedalata assistita che permette un facile utilizzo per tutti gli spostamenti. Attraverso le due bocche laterali è possibile conferire i rifiuti nei bidoni destinati alla raccolta differenziata che sono posizionati all’interno del triciclo.

Anche l’apecar è alimentato da un motore elettrico che consente quindi di svolgere le operazioni di pulizia previste senza l’emissione di Co² nell’aria.

“Con questo servizio – dice il presidente di Sei Toscana, Alessandro Fabbrini –, l’Amministrazione e Sei Toscana consolidano l’impegno comune per l’ambiente e per i temi della sostenibilità. Questo particolare servizio, nella sua semplicità, lancia un messaggio ambientale molto forte: occorre partire anche dai piccoli gesti, da piccole azioni, per cambiare il paradigma e il modello di consumo, ripensandolo in termini di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale”.

Potrebbe interessarti