Ri-Creazione compie nove anni e festeggia con 8.000 studenti

La nona edizione del progetto di educazione ambientale di Sei Toscana registra anche quest’anno tantissime adesioni

Ri-Creazione compie nove anni e festeggia con 8.000 studenti

Anche per l’anno scolastico 2023-24, “Ri-Creazione. Da oggetto a rifiuto e ritorno”, il progetto di educazione ambientale promosso da Sei Toscana, conferma un numero di adesioni record. Saranno più di 8.000 gli studenti delle scuole primarie e secondarie del territorio dell’Ato Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto, Siena e comprensorio della Val di Cornia, in provincia di Livorno) che parteciperanno a questa nona edizione.

“È un progetto in cui l’azienda da sempre crede e investe molto – dice il presidente di Sei Toscana, Alessandro Fabbrini –. La risposta avuta anche quest’anno ci riempie di soddisfazione e, oltre a confermare la qualità del progetto, ci testimonia un’attenzione crescente da parte del mondo della scuola verso i temi della corretta gestione dei rifiuti e dell’economia circolare. Anche se formula e titolo restano uguali, il progetto si rinnova di anno in anno nei contenuti, sempre nuovi e aggiornati, che seguono il nostro piano industriale, soprattutto nelle realtà interessate dalla riorganizzazione dei servizi, che infatti hanno risposto molto bene alla proposta didattica”.

Sono più di 400 le classi che hanno aderito, per un totale di oltre 8.000 studenti, distribuiti in 63 comuni della Toscana del Sud, con un’adesione particolarmente alta tra le classi dei tre capoluoghi. Ri-Creazione, grazie all’impegno di oltre 20 educatori incaricati da Sei Toscana, proporrà percorsi educativi utili per approfondire l’argomento dei rifiuti e del ciclo dei materiali e per incentivare la diffusione di buone pratiche a casa e a scuola, riducendo l’impatto dei comportamenti quotidiani.

L’offerta formativa è articolata in sette percorsi tematici rivolti alle diverse fasce d’età, ognuno con un focus specifico che spaziano dalle raccolte differenziate agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

 

I NUMERI DI RI-CREAZIONE

PROVINCIA DI AREZZO: 3.700 studenti, 192 classi dislocate in 22 Comuni (Anghiari, AREZZO, Bucine, Capolona, Castel Focognano, Castelfranco Piandiscò, Castiglion Fiorentino, Chiusi della Verna, Civitella in Val Chiana, Cortona, Foiano della Chiana, Laterina Pergine Valdarno, Loro Ciuffenna, Lucignano, Marciano della Chiana, Monte San Savino, Montevarchi, Pratovecchio Stia, San Giovanni Valdarno, Sansepolcro, Subbiano e Terranuova Bracciolini).

PROVINCIA DI GROSSETO: 2.109 studenti, 117 classi dislocate in 19 Comuni (Arcidosso, Campagnatico, Castel del Piano, Castell’Azzara, Castiglione della Pescaia, Civitella Paganico, Follonica, Gavorrano, GROSSETO, Isola del Giglio, Monte Argentario, Monterotondo Marittimo, Montieri, Orbetello, Pitigliano, Roccastrada, Scansano, Scarlino e Sorano).

VAL DI CORNIA (PROVINCIA DI LIVORNO): 391 studenti, 19 classi dislocate in 2 Comuni (PIOMBINO e Sassetta).

PROVINCIA DI SIENA: 2.006 studenti, 100 classi dislocate in 20 Comuni (Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Chianciano Terme, Chiusdino, Chiusi, Colle di Val d’Elsa, Gaiole in Chianti, Montalcino, Montepulciano, Monteriggioni, Monteroni d’Arbia, Murlo, Pienza, Poggibonsi, San Gimignano, San Quirico d’Orcia, SIENA, Sinalunga, Sovicille e Torrita di Siena).

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin