Siena protagonista della campagna #InsiemepergliSDG

Siena protagonista della campagna #InsiemepergliSDG
Siena

Ambiente, cultura, sport, benessere, turismo e sostenibilità. Questi gli obiettivi dei progetti del Comune di Siena presentati oggi, giovedì 16 giugno, a Palazzo Patrizi, in occasione del forum dedicato alla campagna #InsiemepergliSDG. La campagna, organizzata localmente da Comune e Università di Siena e promossa dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale con i partner FAO, UN SDG Action Campaign, Save The Children, CIHEAM Bari e Commissione Europea, è promotrice dei Sustainable Development Goals (SDG), i 17 obiettivi di Sviluppo Sostenibile adottati dalle Nazioni Unite nel 2015, come attuazione dell’Agenda 2030.

Ad aprire l’incontro i saluti del sindaco di Siena Luigi De Mossi e del rettore dell’Università di Siena Francesco Frati. Moderatore Raffaele Ascheri, presidente della Biblioteca Comunale degli Intronati di Siena.

Progetti sostenibili

Cinque i progetti presentati dal Comune di Siena. Cinque appuntamenti di approfondimento legati alle buone pratiche sostenibili messe in campo negli ultimi anni dall’amministrazione comunale: “La sostenibilità e l’affresco del Buongoverno”, “Le strade di Siena e il turismo sostenibile”, “Il progetto Urbact e la sostenibilità degli eventi”, “Il progetto Urbinat e le Natural Based Solutions”, “L’economia circolare chiude il ciclo dei rifiuti”.

La sostenibilità e l’affresco del Buongoverno relatori il sindaco di Siena Luigi De Mossi e la responsabile comunale del progetto Monica Vanni. L’esempio del Buongoverno e delle buone pratiche amministrative che un Comune ha il compito di perseguire verso la propria comunità sono in linea con i 17 obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Con l’allestimento del cantiere per il progetto di manutenzione conservativa, il Comune di Siena apre al pubblico questa grande possibilità. Dal prossimo autunno saranno infatti prenotabili le visite guidate, in cui i restauratori all’opera spiegheranno direttamente ai cittadini il progetto conservativo applicato agli affreschi.

Potendo accedere alle impalcature da una straordinaria posizione privilegiata, si potranno ammirare da molto vicino tutti i dettagli e i particolari del capolavoro pittorico che ha reso celebre Siena in tutto il mondo.

Le strade di Siena e il turismo sostenibile relatori l’assessore comunale allo Sport Paolo Benini e il responsabile comunale del progetto Paolo Bonari.

Strade di Siena è il progetto della gestione associata Terre di Siena Slow che interessa 28 Comuni della Provincia di Siena. Il fulcro del progetto ha visto la realizzazione di un nuovo sito internet e dei relativi canali social, un luogo digitale che vuole essere il punto di riferimento per visitare in maniera attiva Siena e il suo territorio, valorizzando i cammini e il cicloturismo in particolare. In questa versione di lancio sono stati inseriti gli itinerari della Via Francigena e della Via Lauretana.

Non solo progetti legati al turismo ma anche allo sport e al benessere, per favorire la salute dei cittadini attraverso una corretta attività fisica.

Il progetto Urbact e la sostenibilità degli eventi – relatori l’assessore alla Cultura del Comune di Siena Pasquale Colella e il responsabile comunale del progetto Marcello Sacco.

Urbact è un programma dell’Unione Europea che aiuta le città a sviluppare soluzioni nuove e sostenibili integrando temi urbani che siano economici, sociali e ambientali. I valori di Urbact rispecchiano quelli dell’Agenda 2030. Siena è parte di una National Transfer Initiative (NTI) per trasferire nella nostra città il progetto Urbact C-Change. L’iniziativa è facilitata da Anci e comprende altre 7 città: Avellino, Corigliano Rossano, Cuneo, Ferrara, Mantova, Rovereto e Sestri Levante.

Urbact è un progetto europeo che utilizza risorse e know-how per rafforzare le capacità delle città di realizzare strategie urbane integrate e azioni su queste tematiche, sulla base delle loro necessità. Urbact C-Change a Siena è un impegno a reinterpretare gli eventi culturali della città in chiave sostenibile. Questo processo è già iniziato grazie alla sensibilità della società locale e dovrà essere istituzionalizzato rendendolo una buona pratica. Si è costituito un Gruppo Locale Urbact come modello organizzativo di “governance dal basso” nel quale una quindicina di soggetti tra associazioni e istituzioni si stanno impegnando nella realizzazione del progetto.

Il progetto Urbinat e le Natural Based Solutions – relatori il vice sindaco del Comune di Siena Andrea Corsi e il responsabile comunale del progetto Iuri Bruni.

Il progetto finanziato nell’ambito del programma di ricerca e innovazione dell’Unione europea Horizon 2020, propone la rigenerazione di spazi verdi attraverso un percorso condiviso tra pubblica amministrazione, associazioni e comitati e cittadini comuni.

Elemento chiave del progetto è rappresentato dal coinvolgimento dei cittadini, che contribuiscono in prima persona a individuare soluzioni che migliorino la qualità di vita in un quartiere, partendo e ispirandosi alla natura e al valore degli spazi verdi per la salute individuale e collettiva. A Siena la zona d’intervento individuata è quella del quartiere di Ravacciano, dove si sta ipotizzando, attraverso un processo di co-design, un intervento che permetta di fruire del verde pubblico, attivare delle connessioni tra NBS già esistenti e crearne di nuove.

L’economia circolare chiude il ciclo dei rifiuti – relatori l’assessore all’Ambiente del Comune di Siena Silvia Buzzichelli e l’amministratore delegato di Iren Ambiente Eugenio Bertolini.

Al centro del progetto l’evoluzione della raccolta differenziata in Ato Toscana Sud e in particolar modo nella provincia senese e nel comune di Siena. L’evoluzione della raccolta differenziata ha necessitato per il sistema impiantistico senese una importante riorganizzazione del servizio di raccolta.

Negli ultimi tre anni la percentuale di raccolta differenziata nel Comune di Siena è passata dal 40,3% del 2018 al 60,3% del 2021. Completando la riorganizzazione anche nel centro storico, Siena entrerà tra i territori virtuosi a livello regionale e nazionale anche in campo ambientale, al pari di percorsi già intrapresi nei centri storici di altre città toscane e italiane.

Eugenio Bertolini è amministratore delegato della società Iren Ambiente a partire dal 2020. Nel 2011 diventa direttore generale di Iren Emilia e Iren Acqua Gas e dal 2016 al 2020 ricopre il ruolo di direttore generale di Ireti.

Attraverso il suo intervento Bertolini ha voluto sottolineare come il piano di evoluzione dei flussi permetterà il raggiungimento degli obiettivi europei. Questo attraverso l’attuazione di sistemi di raccolta innovativi e automatizzati, oltre che alla responsabilizzazione del cittadino e all’introduzione di una tariffa puntuale.

Potrebbe interessarti
Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin