Sei Toscana Secondo aumento di capitale

SECONDO aumento di capitale per Sei Toscana, la società che gestisce la raccolta rifiuti in val di Cornia. Dopo la prima tranche da 12 milioni dello scorso anno, il consiglio di amministrazione ha deliberato una seconda tranche da 18 milioni di euro. Conclusa la procedura per l'aumento di capitale da 12 milioni approvando la di vendita delle quote non versate invitando i soci industriali che avevano manifestato offerta, ovvero Cooplat, Ecolat, STa e Revet, a procedere in tal senso. «La seconda tranche di aumento di capitale, da 18 milioni - commenta l'amministratore delegato, Marco Mairaghi - è prevista entro settembre prossimo. Proprio questo secondo aumento di capitale, già deliberato dagli organi, sarà l'occasione per rideterminare ruoli e rappresentanze all'interno della società. Tutti auspichiamo che Sei Toscana torni ad essere a maggioranza pubblica, anche se so bene che non spetta né all'amministratore delegato, né al Cda, né all'Ato esprimersi sull'assetto societario. L'unico obiettivo della società, e del suo management, è quello di garantire, grazie al lavoro quotidiano di tutti i suoi dipendenti, un servizio il più possibile efficace ed efficiente, rispondente alle esigenze dei cittadini e delle imprese economiche del territorio».