Sei Toscana Ok al bilancio

Bilancio in utile, investimenti per 18 milioni di euro, raccolta differenziata in crescita ma ancora sotto il 50 per cento, occupati a quota 1066 grazie a 50 nuovi ingressi. Sono alcuni dei dati che risaltano dal progetto di bilancio approvato dal cda di Sei Toscana e che sarà valutato dall’assemblea dei soci il 27 luglio. L’utile (412.369 euro) è in linea con quello registrato lo scorso anno, il valore totale della produzione supera i 200 milioni di euro (204.455.894 euro). I numeri sui rifiuti: sono 526.571 tonnellate quelli urbani e assimilati raccolti, in un bacino di oltre 900mila abitanti, con una produzione pro-capite media intorno ai 585 chili per abitanti. Differenziata in crescita di 5 punti percentuali, a quota 46,45 per cento. Investimenti per 18 milioni che hanno riguardato principalmente gli interventi sulle attrezzature (13 milioni, in particolare sulle nuove tecnologie per i contenitori ad accesso controllato) e strutture adibite alla raccolta (centri di raccolta, stazioni ecologiche, cantieri e sedi operative per più di 2 milioni). Circa un milione di euro per nuovi mezzi, che diventano in totale 964, 700mila euro per lo sviluppo di piattaforme tecnologiche. I dipendenti, grazie all’accordo con i sindacati per la stabilizzazione dei precari che ha portato all’assunzione di 50 persone, erano 1066 al 31 dicembre.