Decoro delle rotatorie Arrivano gli ’sponsor’

Siena

È un modello già adottato da tempo in altre città con lo scopo di garantire il decoro urbano. E ora sbarca anche a Siena: la sponsorizzazione delle rotonde al centro delle strade per consentirne una manutenzione puntuale. L’amministrazione comunale ha messo a punto il progetto e ora arrivano le prime tre aiuole adottate dai privati, che si assumono l’impegno di garantirne la migliore conservazione e, soprattutto, la tutela degli spazi. Si tratta di aree verdi al centro di snodi cruciali della viabilità cittadina: la rotatoria tra viale Mazzini, viale Sardegna e ponte Caduti sul lavoro (un’area complessiva di 575 metri quadri); quella dall’altro lato del ponte di Malizia, tra viale Lombardi e viale Bracci (area di 670 metri quadri); infine quella tra strada Massetana Romana e strada di San Carlo (area di 470 metri quadri), la prima arrivando da Pescaia. L’affidamento è andato alla ditta Simus, con sede a Isola d’Arbia. A coordinare il progetto l’assessorato all’ambiente e aree verdi, guidato da Silvia Buzzichelli, che ha fissato le condizioni per lo svolgimento del servizio: almeno cinque tagli annui del verde orizzontale, potatura delle piante d’alto fusto esistenti e potatura delle siepi e degli arbusti, allontanamento e conferimento a discarica autorizzata di tutto il materiale di risulta e dei rifiuti rinvenuti. Competerà al Comune la messa in sicurezza di alberi di alto fusto, le potature di urgenza e gli eventuali abbattimenti. Nella delibera di giunta, si osserva che «la questione del verde si pone con particolare urgenza e necessità rispetto alle condizioni generale del centro e della viabilità senese, sia in termini di taglio dell’erba sia in termini di manutenzione delle aree che riguardano le varie località e le diverse zone cittadine». E per questo «l’assessorato di competenza sta sviluppando la programmazione degli interventi anche assicurando le necessarie e urgenti misure utili per il raggiungimento degli obiettivi di qualità ambientale ed estetica della città. Nel percorso così avviato sono state definite possibili condizioni di collaborazione anche mediante soluzioni di sponsorizzazione attraverso cartelli secondo il modello in uso nelle maggiori città». In passato c’era anche stato chi (come Pietro Staderini di Sena Civitas) aveva proposto di inserire opere d’arte contemporanea nelle principali rotonde di accesso alla città, come quella a Fontebecci. Ora si parte con il progetto che consentirà, nei piani dell’amministrazione, di garantire una costante pulizia e decoro in tre importanti crocevia cittadini. 

Potrebbe interessarti