Scuciti 20 mila euro al furbetti del rifiuti Elevati 135 verbali

Arezzo

Scuciti ai furbetti dei ri-fiuti ben 20mila euro. Que-sto il totale dei verbali già notificati. Ma sono 135 quelli in totale elevati nei confronti di chi conferisce i rifiuti in modo non regola-re. La lotta a chi abbando-na la spazzatura ai piedi dei bidoni è ormai aperta e sta dando già i primi risulta-ti. L'assessore Marco Sacchetti non ha in-tenzione di abbassare la guardia a e annuncia di continuare su questa strada con lo sco-po di alzare il livello di de-coro in città. Da parte dell'amministrazione co-munale ci sono anche in di-rittura di arrivo alcune azioni per migliorare la raccol-ta soprattutto nel centro storico in modo da limitare le percolazioni ed evitare l'abbandono dei sacchetti in strada. Per adesso i dati dei primi mesi di avvio alla lotta dei furbetti dei rifiuti indicano oltre 20mila euro di verbali notificati. Le foto-trappole iniziano a funzio-nare anche se nei mesi scorsi c'è stato chi ha di-strutto le prove rubandone due. "I verbali elevati - spie-ga nel dettaglio Marco Sac-chetti - grazie alle fototrap-pole sono stati 36 di cui 29 notificati dalla Polizia Mu-nicipale. Di questi, 14 sono già stati pagati. Non c'è stato nessun ricorso e in tota-le l'ammontare dei verbali emessi da fototrappole è di circa 5 mila euro". Intensa anche l'attività degli ispet-tori ambientali. "In totale sono 99 i verbali - aggiun-ge Sacchetti - le cui infra-zioni sono state accertate con sopralluoghi. Di que-sti, 74 sono stati notificati dalla Polizia Municipale e i pagamenti sono già stati 45; 4 invece i risorsi presen-tati. L'ammontare dei ver-bali emessi al termine dei sopralluoghi è di circa 15 mila euro". Le sanzioni va-riano. "In centro storico la multa è di 300 euro, men-tre se si conferisce in modo scorretto i rifiuti tra i casso-netti la sanzione è di 180 euro". Alla base dell'erro-neo conferimento dei rifiu-ti non c'è solo l'inciviltà ma anche alcuni comporta-menti diventati abituali soprattutto da chi vive o lavo-ra nel centro storico. "Ab-biamo sanzionato - spiega Sacchetti - un pubblico esercizio che abitualmente in modo non fraudolento ma volontario conferiva i ri-fiuti in modo scorretto. Una cattiva abitudine or-mai consolidata, ma sba-gliata. L'azione degli ispet-tori - chiosa Sacchetti - sta dando risultati importanti in termini di contrasto al fenomeno dell'abbando-no. Al tempo stesso, entro l'autunno faremo una revi-sione del sistema non do-mestico e il servizio di pros-simità installando piccoli bidoni in alcuni angoli do-ve si potranno portare i ri-fiuti. Un servizio dedicato a chi produce una importan-te mole di rifiuti nel centro storico in modo da evitare anche percolazioni sul lastricato".

Potrebbe interessarti