La differenziata vola con le fototrappole

Sansepolcro

"Ampiamente soddisfatti del risultato che stiamo ottenendo". E' perentorio l'assessore con delega all'Ambiente del Comune di Sansepolcro, Gabriele Marconcini, nel tracciare un primo bilancio dell'attività svolta grazie all'utilizzo delle foto trappole. "Sembra proprio che la popolazione stia iniziando a recepire il messaggio: gli apparecchi stanno dando risultati importanti, accertati anche dagli ispettori ambientali che sono a pieno servizio; l'eventuale sanzione, però, viene elevata dalla polizia municipale". Ma non sono mancate le novità. "Dopo i primi due casi di fine settembre dei quali abbiamo pubblicato anche le foto - continua Marconcini - altri sono quelli accertati e sanzionati, in luoghi diversi rispetto ai precedenti. Attualmente sono 24 le postazioni nel nostro territorio, per lo più posizionate a ridosso del centro storico poiché qua subentra anche l'aspetto legato all'immagine turistica di Sansepolcro". Ma da quanto si capisce c'è anche una novità interessante: "Esattamente, perché oltre alle postazioni classiche c'è pure una foto trappola portatile, quindi, può essere installata in vari luoghi dove gli ispettori ambientali notano abbandoni dei rifiuti". C'è anche un altro aspetto, però, che non deve passare in secondo piano poiché le prime sanzioni elevate hanno iniziato a far recepire il messaggio alla cittadinanza. "Dopo i casi di abbandono registrati nelle prime settimane -sottolinea Marconcini - nella penultima gli ispettori ambientali non hanno rilevato abbandoni: un effetto sicuramente positivo, poiché voglio ricordare ancora una volta che esiste un numero verde da contattare per il ritiro a domicilio e in maniera completamente gratuita dei rifiuti ingombranti". Se da una parte si è attenuato, almeno per il momento, il fenomeno legato all'abbandono di rifiuti ingombranti fuori dai cassonetti gli ispettori ambientali - nello spesso momento -hanno rilevato altri tipi di infrazioni. "Sono state elevate delle sanzioni anche a cittadini che lasciavano i sacchetti dell'immondizia vicino ai cestini sia nel centro che a ridosso delle mura - rimarca l'assessore - gli ispettori, aprendo le varie buste, hanno analizzato il contenuto trovando elementi e indizi che potevano ricondurre a determinate persone: quando il tutto era inequivocabile, l'accertamento è stato inoltrato alla polizia municipale che ha sanzionato il trasgressore". Una soddisfazione generale, quindi, da parte dell'amministrazione comunale di Sansepolcro che ha creduto fermamente sul fatto delle foto trappole: l'assessore Gabriele Marconcini, però, annuncia subito un nuovo progetto che entrerà in vigore da gennaio. "E' stato raggiunto l'accordo con tutti i supermercati di Sansepolcro - conclude - entro fine novembre verrà consegnata a tutti i cittadini una green card: coloro che porteranno la raccolta differenziata all'isola ecologica, riceveranno un buono sconto da poter utilizzare nei supermercati biturgensi".

Potrebbe interessarti