Cassonetti informatizzati la “rivoluzione” dei rifiuti

Piombino si prepara a vivere la sua rivoluzione dei rifiuti: un grande cambiamento che inciderà sulla vita dei cittadini e sull’ambiente contribuendo a migliorare la quantità e la qualità della raccolta differenziata sul territorio. “Si tratta di un momento veramente importante per la città – dichiarano il sindaco Francesco Ferrari e l’assessore all’Ambiente Carla Bezzini – per il quale lavoriamo da mesi. Il nuovo piano, infatti, è costruito in un’ottica di innovazione e razionalizzazione dell’intero sistema di gestione dei rifiuti solidi urbani in grado di potenziare la raccolta differenziata, migliorare il decoro e incidere in maniera significativa sull’ambiente. Abbiamo studiato a fondo le peculiarità del territorio e, sulla base di queste, abbiamo deciso di scegliere la modalità del cassonetto informatizzato, ad eccezione del centro storico e del borgo di Populonia alta che presentano esigenze diverse dal resto del territorio comunale e per i quali abbiamo optato per una raccolta domiciliare potenziata e ottimizzata. In questo territorio c’è una forte sensibilità ambientale, generata anche da anni di abbandono e dalle conseguenze nefaste di scelte sbagliate compiute nel passato. È per questo che certamente i cittadini di Piombino saranno i principali alleati e sostenitori di questo importantissimo cambiamento”. Vediamo nel dettaglio quali sono la tempistica e i principali vantaggi che il nuovo sistema garantirà alla città. Sostituzione di tutti i cassonetti e miglioramento del decoro urbano A partire da aprile, progressivamente quartiere per quartiere, il sistema di raccolta dei rifiuti urbani cambierà. Si inizia da Riotorto con la sostituzione di tutti i cassonetti che poi proseguirà in tutta la città, ad eccezione del centro storico e del borgo di Populonia, per i quali è stato scelto il sistema porta a porta in virtù delle specificità del territorio. I nuovi contenitori informatizzati, moderni e a svuotamento verticale, contribuiranno in modo sostanziale a migliorare il decoro urbano. Nelle aree interessate dalla raccolta domiciliare saranno consegnati nuovi kit per la raccolta differenziata con modalità operative diverse dalle attuali, in grado di incrementarne la qualità. Razionalizzazione della disposizione dei cassonetti con riduzione dei disagi La tecnologia di svuotamento dei nuovi contenitori consentirà anche un’ottimizzazione delle postazioni di raccolta, che, senza impatti negativi sulle abitudini e la comodità dei cittadini, risolverà molte criticità. Orientamento verso la tariffazione puntuale: chi si impegna di più avrà la possibilità di risparmiare Per il primo periodo i cassonetti rimarranno aperti, cioè non sarà utilizzata l’apertura elettronica con tessera, per dare il tempo ai cittadini di prendere confidenza con le nuove modalità. In prospettiva, l’apertura dei cassonetti sarà possibile solo con la Sei card che sarà consegnata a ogni utenza e registrerà i passaggi degli utenti. Una volta a regime, il cambio del sistema permetterà di applicare la tariffazione puntuale: questo significa che si pagherà in modo direttamente proporzionale alla quantità di rifiuti indifferenziati prodotti. Una città più ecologica e pulita: miglioramento della raccolta differenziata Questo nuovo sistema offre la grande opportunità di migliorare significativamente la quantità e, soprattutto, la qualità della raccolta differenziata. Proprio per questo, in contemporanea alla dislocazione dei nuovi cassonetti, partirà un’ampia campagna informativa che illustrerà le corrette modalità di raccolta, accompagnando passo passo i cittadini in questo cambiamento. 

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter X Linkedin