Una svolta per i cassonetti intelligenti Adesso anche le frazioni saranno coperte

Grosseto

Dalla prossima settimana il Comune di Grosseto concluderà l'installazione dei cassonetti intelligenti per la raccolta dei rifiuti nelle frazioni di Braccagni, Roselle, Nomadelfia, Batignano, Istia d'Ombrone, Casalecci, San Martino, Montepescali, Rispescia, Alberese e parte del territorio aperto.Nelle scorse settimane il gestore unico Sei Toscana ha messo a disposizione le macchine e questo permetterà all'amministrazione di portare la percentuale della raccolta differenziata al 70%, partendo dal 31%. Un importante passo in avanti per il Comune, che sta completando il servizio di raccolta con postazioni dotate di tecnologia per la misurazione del rifiuto conferito e di riconoscimento dell'utenza. Cassonetti che nell'auspicio degli uffici potrebbero permettere nei prossimi mesi di iniziare far pagare le bollette agli utenti con la tariffa puntuale, misura in base al rifiuto effettivamente conferito. Un salto di qualità che produrrà un notevole miglioramento nel piano della raccolta dei rifiuti, miglioramento auspicato dall'assessorato all'ambiente e soprattutto dagli utenti, che avranno sempre sotto controllo la quantità di rifiuti conferiti e le cifre da pagare per il servizio.La giunta comunale lo scorso 25 agosto ha deliberato di dare mandato, al settore sviluppo ambientale, servizio ciclo dei rifiuti e tutela ambientale di voler procedere, nel proseguio, all'elaborazione di strategie volte al miglioramento/ottimizzazione degli ulteriori servizi presenti nella gestione del ciclo dei rifiuti. Con separata votazione, espressa in forma palese, il provvedimento è stato dichiarato immediatamente eseguibile, in modo che si possa iniziare dai primi di settembre a mettere in atto il piano approvato utilizzando i cassonetti messi a disposizione dal gestore. Dopo l'installazione dei contenitori nelle frazioni, per completare il lavoro, mancheranno solo alcune aree di raccordo con il territorio aperto nel capoluogo. Completato invece il lavoro nelle frazioni di Marina di Grosseto e Principina a Mare, dove per far abituare gli utenti sono rimasti aperti i cassonetti.«Dal prossimo anno - fanno sapere all'ufficio ambiente - i bidoni saranno chiusi, a servizio dei residenti che hanno già ritirato la card di Sei Toscana. Dall'estate 2023 ci saranno delle postazioni dedicate ai turisti. Stiamo valutando con il gestore alcune ipotesi, la migliore delle quali verrà adottata per garantire alle persone che verranno in vacanza lungo la costa di effettuare la raccolta differenziata». Prosegue nel frattempo l'attività di controllo dell'ufficio ambiente nei confronti di Sei Toscana. «Ci stanno mettendo buona volontà - viene sottolineato - e l'attività è migliorata dopo la denuncia, anche se al gestore manca ancora del personale».

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin