Sono in arrivo le fototrappole per incastrare i furbetti dei rifiuti

Sansepolcro

Abbandono incontrollato dei rifiuti: l'amministrazione comunale corre ai ripari con un innovativo progetto. Fallo studio oramai da mesi l'installazione di foto-trappole per individuare gli autori di questo fenomeno che purtroppo è in costante crescita. Non tanto per quello che riguarda l'abbandono fuori dai cassonetti, bensì un po' in tutto il territorio comprese le zone più boschive."Questi gesti incivili e stupidi devono essere fermati e puniti, poiché vanificano la condotta responsabile della grande maggioranza dei biturgensi - commenta il vicesindaco, nonché titolare della delega all'ambiente, Luca Galli - tra le diverse soluzioni al vaglio, c'è l'installazione di foto-trappole nelle zone più delicate per diminuire l'entità del fenomeno. Ci stiamo lavorando, seppure in questo momento gli uffici sono stati impegnati più in altri frangenti: dobbiamo verificare un aspetto legale prima dell'installazione di questi strumenti. Le zone interessate da questi fenomeni sono diverse: abbiamo intenzione di installare un'apposita segnaletica a tutti gli ingressi della città di Sansepolcro spiegando che nel territorio potrebbero essere attive delle foto-trappole per combattere il fenomeno dell'abbandono di rifiuti; poi, provvederemo all'acquisto delle foto-trappole che però devono avere una funzione un po' itinerante. In pratica aggiunge l'assessore Luca Galli - la collocazione nei punti di Sansepolcro in cui è stata veramente accertata la presenza dell'abbandono di rifiuti. Tuttavia auspichiamo la massima collaborazione dei cittadini, non solo nel rispettare l'ambiente ma anche nel segnalare agli uffici preposti tutti gli episodi o situazioni che riguardino il nostro territorio". E' da definire sicuramente "sciocco" questo triste fenomeno, seppure purtroppo non accenna ad arrestarsi. Il problema, seppur grave che resta, non è l'abbandono di un semplice elettrodomestico o un materasso fuori da un cassonetto bensì quando viene scaricato in natura. "Ricordiamo - conclude il vicesindaco Luca Galli che è comunque sempre attivo, da parte di Sei, il servizio di ritiro ingombranti su richiesta e totalmente gratuito per il cittadino: è sufficiente prendere un appuntamento e lasciare il materiale, con l'apposito codice di identificazione, fuori dalla propria abitazione che il persone di Sei provvederà al ritiro e al trasporto all'isola ecologica di Sansepolcro". Una problematica che, da quanto si apprende, sembra in via di risoluzione: l'intenzione, salvo imprevisti, è quella di provvedere all'acquisto e utilizzo delle foto-trappole in tempi celeri. Restano numerose le segnalazioni che arrivano quotidianamente negli uffici di Palazzo delle Laudi.

Potrebbe interessarti