Ritorna il Mercatino dei Ragazzi L'appuntamento è per domenica

Grosseto

Nell'anno in cui il Comitato per la Vita di Grosseto compie 40 anni, torna (domenica 1° ottobre) in piazza Esperanto il Mercatino dei Ragazzi, la manifestazione per eccellenza dell'associazione nata nel 1983 che riunisce tre generazioni - bambini, genitori e nonni - in una giornata di raccolta fondi per un obiettivo sempre ambizioso.Quest'anno il Comitato per la Vita vuole acquistare per il reparto di Radioterapia del Misericordia di Grosseto un sofisticato software per l'acquisizione di immagini diagnostiche che consente l'esatto centraggio e contornamento delle cellule tumorali da sottoporre a radioterapia, così da minimizzare gli effetti collaterali sui tessuti sani. Il costo è di 85mila euro. Paganico dà una manoLa raccolta non parte da zero perché come da tradizione ormai a dare la volata al Mercatino di Grosseto è l'omonima manifestazione che si tiene a Paganico. Domenica in piazza del Leccio si è svolta l'edizione numero 30 del Mercatino dei Ragazzi di Paganico il cui ricavato confluisce nel "bottino" della manifestazione grossetana. Una bellissima giornata, anche grazie all'impegno della Pro Loco e del comitato festeggiamenti del paese, e un assaggio di cosa succederà ancora più in grande a Grosseto. Come si partecipaIl Mercatino è aperto a tutti i ragazzi delle scuole elementari e medie di Grosseto e della provincia (dai 5 ai 13 anni compiuti). Ci si può iscrivere allo stand del Comitato per la Vita in zona Porta Vecchia sabato dalle 15 alle 19 e dalle 7, 30 alle 12 di domenica 1° ottobre, giorno della manifestazione. A ogni banchino viene assegnato un numero mentre ogni commerciante in erba si riconosce dalla maglietta col logo del Mercatino e da un cartellino identificativo col numero del banchino. Gli adulti possono essere presenti come supporto ma i protagonisti sono i più piccoli. Per contribuire all'incasso oltre ad acquistare libri, giocattoli, indumenti e oggettistica nei banchini c'è la fiera di beneficenza del Comitato per la Vita che ha un doppio pregio: tutti i biglietti sono pieni e la maggior parte dei premi è donata da aziende maremmane: grazie a Latte Maremma, Apicoltura Rossi Novaro, Carrefour Grosseto via Repubblica Domenicana, Sapori di Toscana Cash&Carry, Caseificio Il Fiorino, Quicksand, Oleificio O.L.M.A., Mangiar Bene Senza Glutine, Panificio Galletti, Sol Caffè Grosseto, Nicchi Frutta, MP di Paoloni, Azienda Deco Flor, Ditta Simiani Illuminazioni e Caseificio Inno al Sole. In piazza Dante per i più piccoli ci saranno anche il gioco Pompieropoli con l'associazione dei vigili del fuoco in pensione e i pony del Ciam per il battesimo della sella. La Cittadella della salute Sabato e domenica la prevenzione torna in piazza, precisamente in piazza De Maria, con l'esperienza della Cittadella della Salute resa possibile da una collaborazione tra Asl, distretto sociosanitario e Coeso Sds. Ci sarà il camper della salute fornito dal Coeso con specialisti pronti a parlare di stili di vita e prevenzione ma anche attività di screening (come nel caso della raccolta dei campioni del test del sangue occulto) . In campo anche gli infermieri di Opi Grosseto. La solidarietà raddoppiaPer agevolare le famiglie e per non sprecare nulla di quanto messo in vendita viene allestita l'isola ecologica vicino allo stand della segreteria, transennata e sorvegliata a partire dalle 17 di domenica. Qui i ragazzi dovranno portare ciò che non hanno venduto e che non vogliono riportare a casa, utilizzando i sacchi di Sei Toscana forniti per questo scopo. Il materiale raccolto sarà donato alle associazioni benefiche che ne faranno richiesta. Le parole del presidente. In quarant'anni di attività il Comitato per la Vita ha donato sei milioni di euro in apparecchiature utili per la prevenzione, diagnosi e cura dei tumori e ha avuto sempre la città dalla sua parte. Per questo nelle parole del presidente Oreste Menchetti c'è spazio solo per la gratitudine. «Il pensiero - dice - va ai presidenti miei predecessori, Giuseppina Verdinois, Silvio Batistini e Enrica Tognazzi, a tutti i consiglieri, ai volontari che sono la nostra anima e a tutti coloro che hanno donato per rendere possibile il sogno di combattere tutti insieme contro il tumore. Un grazie va a tutti gli enti e soggetti che da sempre ci sostengono: Comune, Provincia, Istituzione Le Mura, Pro Loco Grosseto, Coeso Sds Grosseto, Banca Tema, Sei Toscana, Humanitas Odv Grosseto, Confraternita Misericordia Grosseto, Associazione Vigili del Fuoco in Pensione, Ciam Grosseto, Associazione Nazionale Polizia di Stato e Uisp».

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin