Il sindaco Ghinelli: ' Il lavoro di recupero di Aisa Impianti crea benefici ambientali ed economici per tutta la collettività"

Arezzo

Ancora una volta AISA IMPIANTI, società controllata dal Comune dì Arezzo, è impegnata in una "tre giorni" dei progetto "Zero Spreco", da venerdì 23 a domenica 25 marzo. Questa volta, oltre ai temi più cari all'azienda quali la lotta allo spreco alimentare e la riduzione della produzione di rifiuti, l'argomento centrale di "Zero Spreco" è l'importanza dello sport unito ad una corretta alimentazione, con lo scopo dì cercare di creare una sinergia virtuosa fra sport, alimentazione e riduzione dello spreco alimentare. L' amministrazione comunale è sempre coinvolta, spesso anche nel ruolo di protagonista, in queste iniziative organizzate da AISA IMPIANTI. Perché il Comune di Arezzo è così attento alle iniziative di AISA IMPIANTI? Risponde Alessandro Ghinelli, Sindaco di Arezzo: "Grazie alle 100.000 tonnellate annue di rifiuti urbani raccolti principalmente in Arezzo e nella Valdichiana aretina, l'impianto di San Zeno svolge un ruolo di primaria importanza per il territorio. E non solo l'area circostante, AISA IMPIANTI è stata in grado di `soccorrere' altri territori dell'ATO Toscana Sud in difficoltà, nonché sostenere le aree terremotate quando ce ne è stato bisogno. L'impianto rappresenta poi, senza dubbio, una risorsa ambientale ed economica per l'intera collettività, dalle caratteristiche innovative e all'avanguardia. Nonostante infatti i suoi quasi venti anni di attività, soprattutto a partire dal 2013 è stato sottoposto a costanti interventi di miglioramento tanto da ottenere dalla Regione Toscana, nel luglio 2017, il riconoscimento di impianto a recupero totale, inserito dal Ministero dell'Ambiente e dal Piano regionale dei rifiuti fra gli impianti strategici di primario interesse nazionale. Rifiuti, quindi, non più "smaltiti" ma "recuperati", nel rispetto dell'ambiente e della sua soste nibiIità. Non secondario, il vantaggio economico: i Comuni di ATO che conferiscono all'impianto di recupero integrale di San Zeno, in primis Arezzo, pagano un prezzo di conferimento tra i più bassi di tutta la Toscana, fisso fino al 2020, e che stiamo lavorando per mantenere tale fino al 2030. A ciò si aggiunga che 'l'esportazione dei rifiuti' ha un costo non indifferente che ricade sui cittadini, e questo è un altro motivo che spiega le attenzioni che il Comune di Arezzo riserva ad AISA IMPIANTI. Ma AISA IMPIANTI è importante anche per l'impegno con il quale svolge una costante attività di sensibilizzazione e formazione rivolta indistintamente a tutti i cittadini, avendo compreso che parlare di ambiente non significa solamente incentivare l'utente a fare maggiore raccolta differenziata, ma significa anche parlare di riduzione dello scarto alimentare, di mobilità alternativa, di vita all'aperto, di sport, di alimentazione sana. Tutto questo, oltre ad avere risvolti di carattere etico e sociale rilevanti, comporta un beneficio ambientale, soprattutto in termini di risparmio di risorse energetiche e di inquinamento. Questo è il principale obiettivo dell'economia circolare, ed è in questo contesto che ha senso parlare di end of waste. Non è un caso che oltre il Comune di Arezzo spesso anche il Consorzio Italiano Compostatori e Coldiretti diano il loro appoggio alle iniziative di AISA IMPIANTI".

Potrebbe interessarti