Eco-guardie per il decoro contro l'abbandono rifiuti

Piombino

Sette "agenti 007" che vigilano sull'abbandono dei rifiuti, l'errato conferimento della raccolta differenziata e le deiezioni canine. Si rinnova l'esperienza dei controlli affidati agli ispettori ambientali volontari Ranger, già fatta all'epoca della giunta guidata da Massimo Giuliani. Poi lo stop con il cambio di amministrazione, fino al 14 agosto quando il sindaco di Piombino Francesco Ferrari ha firmato il decreto di nomina che di fatto segna il via all'operatività della task force contro il degrado ambientale, su cui potrà contare la Polizia municipale.Compito dei volontari sarà la prevenzione e l'accertamento degli illeciti amministrativi sul mancato rispetto delle norme del Regolamento comunale di Polizia locale. Nel dettaglio, i sette Ranger combatteranno l'abbandono incontrollato e il deposito sul suolo pubblico di rifiuti non ingombranti e ingombranti; la mancata rimozione delle deiezioni degli animali o la mancata dotazione dell'attrezzatura idonea alla rimozione e asportazione delle deiezioni dei cani; vigileranno sul corretto conferimento dei rifiuti domestici ingombranti nel circuito di raccolta dei rifiuti urbani; sul conferimento nei contenitori per Rsu di frazioni di rifiuti per le quali è istituita la raccolta differenziata e sul corretto abbruciamento dei residui vegetali. Nominati ispettore ambientale Giuseppe Amore, Luigi Leva, Roberto Mistretta, Michelangelo Noviello, Vittoria Camardi, Dario Deni e Debora Summa. La scadenza dell'incarico è fissata dal decreto del sindaco alla fine di quest'anno.«Tolleranza zero contro l'inciviltà: non possiamo permettere che, accanto a cittadini coscienziosi ce ne siano altri che si facciano beffa delle norme e contribuiscano a degradare la nostra bella città - spiegano il sindaco Francesco Ferarri e l'assessore all'Ambiente Carla Bezzini -. Basta gettare a terra qualsiasi tipo di rifiuto: non tollereremo più mozziconi di sigarette, sigari e gomme da masticare o padroni che non raccolgono gli escrementi dei propri cani. Ma non solo: inizia da oggi la nostra battaglia contro l'abbandono scriteriato dei rifiuti. Si tratta solo della prima di una serie di azioni nutrite che rientrano comunque all'interno del nostro impegno convinto sulle politiche ambientali». I Ranger possono operare su tutto il territorio comunale, che nell'ottica dell'attività di coordinamento che compete alla Polizia municipale è stato suddiviso in sei zone. Tutti gli ispettori ambientali, a cui è riconosciuto lo status di pubblici ufficiali, indosseranno una pettorina blu con strisce gialle e saranno dotati di una tessera di riconoscimento che dovranno esporre sull'uniforme di servizio. È tutto pronto per la loro discesa in campo, manca solo il prontuario su cui redigere le contestazioni riscontrate mentre le sanzioni saranno notificate a cura della Polizia municipale. Tra l'altro al comando di Polizia municipale è affidato il compito di esercitare il controllo sugli atti emessi dagli ispettori ambientali. Il rischio per chi verrà pizzicato ad abbandonare rifiuti è di vedersi contestare una sanzione fino a 200 euro. 

Potrebbe interessarti