Residui sulle spiagge Via alla rimozione

Follonica

È iniziata da qualche giorno la rimozione dei materiali accumulati sul litorale follonichese nel corso dell'inverno. Un intervento straordinario che va al di là delle tradizionali operazioni di pulizia della spiaggia vista l'enorme quantità di residui, legname e alghe depositate a riva negli ultimi mesi; parte del materiale tolto verrà utilizzato nelle opere di consolidamento della duna ex Tony's di Pratoranieri, altro tratto delicato della costa follonichese. Soprattutto le due mareggiate del 23 gennaio e del 7 febbraio hanno lasciato un'ampia traccia lungo tutto la linea di costa con tonnellate di materiale proveniente principalmente dalla piena della Fiumara che si sono arenate a pochi metri dalle case e dalle pinete a partire dal confine con Scarlino fino ad arrivare a Pratoranieri.Il Comune di Follonica ha quindi attivato il servizio straordinario di pulizia affidato a Sei Toscana, i mezzi incaricati della rimozione hanno iniziato il loro intervento nella parte nord del comune liberando la spiaggia dai rami e dai legni nella zona di Pratoranieri mentre in questi giorni le ruspe sono a lavoro nel tratto centrale del litorale follonichese; nei prossimi giorni verranno interessate le altre parti della città ancora da sistemare e quindi il tratto nei pressi della foce del Petraia e la zona di Senzuno e Salciaina. La pulizia sta interessando sia i tratti di spiaggia libera che quelli in concessione e nell'opera di sistemazione del litorale hanno avuto un ruolo importante anche gli stabilimenti balneari. «Abbiamo trovato un accordo con il Consorzio che ringraziamo - conferma l'assessore ai lavori pubblici Andrea Pecorini - il personale degli stabilimenti ci ha aiutato ad accumulare nei tratti in concessione il materiale legnoso da rimuovere, una collaborazione che ci ha permesso di portare a termine il lavoro più velocemente e nel modo migliore. Grazie inoltre al progetto di sistemazione di parte del materiale legnoso nella zona della duna ex Tony's sarà possibile abbattere in maniera sensibile il costo dell'operazione di rimozione dei detriti».Proprio l'area dunale di Pratoranieri infatti era stata anch'essa danneggiata nei mesi scorsi dopo le opere di consolidamento arrivate nel corso del 2020, una duna costiera faticosamente ricresciuta in circa venti anni messa a dura prova da mareggiate e atti di vandalismo. Con l'utilizzo del materiale di recupero post spiaggiamento in corso di rimozione dal litorale follonichese sarà quindi possibile ripristinare un'adeguata protezione a difesa della vegetazione dunale, il materiale che non verrà utilizzato a Pratoranieri verrà conferito a discarica. Le operazioni di pulizia dureranno ancora qualche giorno, l'obiettivo è quello di concludere il lavoro delle ruspe prima del weekend di Pasqua anche se saranno forzatamente delle festività da trascorrere in zona rossa. L'auspicio è quello di poter poi ricominciare subito dopo a far partire la macchina turistica cittadina sfruttando l'arrivo delle belle giornate primaverili e un litorale tornato libero e pulito. 

Potrebbe interessarti