Il ritorno di Piazze d'Europa Green pass e più steward

Follonica

Tre edizioni cancellate in due anni fra Grosseto e Follonica ma finalmente il mercato europeo della Fiva torna il 1, 2 e 3 ottobre organizzato da Confcommercio e dall'amministrazione della città del Golfo. "Piazze d'Europa", questa la denominazione follonichese, è arrivato ormai al nono appuntamento e dopo aver saltato il 2020 si sposta a inizio autunno dalla tradizionale collocazione primaverile diventando il simbolo della voglia di ripartire di un intero territorio. Sarà inoltre un'edizione verde del mercato che interesserà più di un centinaio di operatori fra banchi, espositori e ristorazione: Piazze d'Europa ha infatti ottenuto l'attestazione EcoAction di Legambiente come evento a basso impatto ambientale moltiplicando i già consistenti sforzi compiuti nelle scorse edizioni e che prevederanno una ancora maggiore attenzione alle tematiche della raccolta differenziata. Non mancheranno il rispetto dei protocolli e della sicurezza: per partecipare al mercato sia fra i banchi della ristorazione che in quelli dei prodotti tipici sul lungomare sarà infatti necessario essere in possesso del Green pass, non ci saranno però controlli o varchi ma la certificazione verde potrà essere richiesta a campione dalle forze dell'ordine. Nessun limite nemmeno alla presenza del pubblico anche se rimangono in vigore le normative attuali con gli steward, in numero maggiore rispetto al passato, che vigileranno sul rispetto delle distanze di sicurezza sia nell'area destinata alla ristorazione che sul lungomare dove verranno allestiti i banchi. Green pass obbligatorio anche per tutti gli espositori. «È una enorme soddisfazione - spiega il sindaco di Follonica Andrea Benini - dopo un anno e mezzo Piazze d'Europa è un'occasione importante di ripresa. È un simbolo della ripartenza e dell'auspicato ritorno alla normalità che passa soprattutto da questo tipo di eventi da mandare in scena nel massimo rispetto dei protocolli di sicurezza. Era importante tornare a proporre il mercato europeo anche se in una collocazione diversa rispetto al passato, rappresenta un'eccellenza del territorio e un format apprezzato e ormai collaudato».L'aumento dei costi necessario per adeguarsi alle normative in vigore non ha spaventato Ascom e Fiva che hanno di buon grado rivisto i protocolli per poter riproporre l'iniziativa. «Ci sarà un grande impegno per garantire la massima sicurezza - conferma Gabriella Orlando, direttore di Confcommercio Grosseto - i costi sono alti ma sono necessari per la ripartenza. Dobbiamo ringraziare il Comune che da sempre crede in Piazze d'Europa e affronta l'impegno con il giusto spirito, crediamo che sia anche un'occasione importante per le imprese del territorio che potranno beneficiare comunque del flusso di pubblico che arriverà a Follonica oltre che di tutti gli operatori che frequenteranno le aziende locali durante la loro permanenza». Al bando come già in passato tutta la plastica da ogni stand. «Legambiente è da sempre un valutatore critico e attento - spiega Mirjam Giorgieri, assessora all'ambiente - ci faremo controllare molto volentieri con l'obiettivo di essere sempre più virtuosi. E quindi, oltre allo stop confermato alla plastica, ci sarà un aumento della raccolta differenziata sia da parte degli espositori che da parte del pubblico grazie anche all'impegno di Sei Toscana che aumenterà i cestini a disposizione». «Speriamo che sia l'inizio di un effettivo ritorno alla normalità - le parole di Roberto Conti, imprenditore locale e rappresentante follonichese di Confcommercio - è una manifestazione che da sempre porta un indotto importante e che aiuta tutte le attività follonichesi».

Potrebbe interessarti