Stop al cassonetto selvaggio Occhio: scatta la fototrappola

Pitigliano

A Pitigliano arriva una nuova fototrappola per contrastare i comportamenti illeciti nel conferimento dei rifiuti. Si tratta di una fototrappola mobile, piccola, invisibile, ma in grado di immortalare qualsiasi movimento intorno al cassonetto, anche notturno. La nuova fototrappola è stata acquistata di recente dall'amministrazione comunale ed è già operativa. Sarà spostata a rotazione su tutto il territorio in cui è entrata in funzione la raccolta di prossimità: al Casone e nelle campagne. Il Comune sta anche portando avanti l'attività di informazione e formazione dei cittadini sul nuovo servizio di raccolta e sul porta a porta: il prossimo appuntamento per i cittadini con gli operatori di Sei Toscana è previsto per il 29 maggio, alle 18.30, al teatro Salvini. «È d'obbligo congratularsi con la maggioranza dei cittadini - commenta il sindaco Giovanni Gentili - perché dopo appena due settimane dall'entrata in funzione della raccolta di prossimità, la situazione è quasi a regime. Le famiglie stanno differenziando bene nelle campagne. Migliora anche il porta a porta nel capoluogo. Siamo sulla strada giusta». «Per disincentivare i comportamenti incivili di pochi che possono vanificare il risultato virtuoso della maggior parte dei cittadini - aggiunge Serena Falsetti, assessora all'ambiente - abbiamo messo in campo la fototrappola mobile. Una è già operativa e presto saranno due, perché stiamo sistemando anche l'altra fotocamera, acquistata negli anni passati dal Comune. Chi sarà colto in flagrante dall'occhio elettronico potrà andare incontro a sanzioni amministrative, con multe anche salate, o addirittura ad un procedimento penale, a seconda della tipologia di rifiuto conferito in modo illecito». Le immagini scattate dalle fototrappola saranno automaticamente importate nel sistema comunale e vagliate dal personale di Polizia Municipale, nel pieno rispetto della normativa sulla privacy.

Potrebbe interessarti