Rifiuti, arrivano i cassonetti intelligenti

Follonica

Dal 4 maggio anche a Follonica, come già avviene in altre località della provincia, entreranno in funzione i cassonetti intelligenti. Dopo un primo periodo di rodaggio, nel quale i cittadini hanno potuto prendere confidenza ai con i nuovi cassonetti e i diversi tipi di rifiuti da riciclare, dal prossimo mese per gettare la spazzatura sarà necessaria la tessera rilasciata da 6Toscana. Un periodo di rodaggio che è coinciso anche con la salita della curva epidemica e dunque con la necessità di lasciarli aperti per evitare di toccare il pulsante che permette l’apertura dei cassonetti. Un’operazione possibile soltanto dopo che il lettore avrà riconosciuto la tessera. Dunque una novità per Follonica che prenderà avvio martedì 4 maggio. Finora nonostante l’accesso controllato si è scelto di lasciare aperti i cassonetti intelligenti. Cassonetti ai quali se ne aggiungerà uno in più, quello cioè per il vetro che finora, con i vecchi raccoglitori, veniva gettato insieme a lattine, plastica e tetrapak. Quindi, dopo alcuni mesi di apertura delle attrezzature, i follonichesi dovranno adesso abituarsi alle nuove regole e soprattutto avere pazienza visto che l’apertura dello sportello non è immediata come in un cassonetto tradizionale, senza cioè accesso controllato. «Con quest’ultimo passaggio si compie la rivoluzione della raccolta dei rifiuti che abbiamo avviato a partire dal nostro insediamento» dice Mirjam Giorgieri, assessore all’ambiente del Comune di Follonica. Era stata proprio lei in periodo di pandemia a scegliere di lasciarli aperti per evitare così di dover toccare il pulsante di risveglio. «Il modello di raccolta differenziata che abbiamo pensato per la nostra città – prosegue Giorgieri - è un modello misto, che affianca al porta a porta postazioni ad accesso controllato, posizionate nei quartieri non gestiti con la raccolta domiciliare. Il nostro obiettivo è mandare la minor quantità possibile di rifiuti verso l’incenerimento e per farlo è fondamentale differenziare in modo corretto. A tale fine può essere utile l’App che aiuta i cittadini a differenziare: Junker, scaricabile gratuitamente». Per chi avesse perso la 6card o non gli fosse stata consegnata deve ritirarla allo sportello di Sei Toscana, all’ex Officina Cilindri nell’ex Ilva. Lo sportello è aperto il lunedì e il sabato (9 -13), mercoledì (13-17). Per ritirare la 6Card è necessario un documento di riconoscimento o codice fiscale ed eventuale delega in carta semplice. Le nuove utenze dovranno presentare copia dell’avvenuta iscrizione al ruolo Tari del Comune. Per informazioni: www.seitoscana.it o numero verde 800127484.

Potrebbe interessarti