Moto elettriche e rifiuti I nuovi passi avanti

Siena

In occasione degli eventi di #InsiemepergliSdg, il Festival per lo sviluppo sostenibile organizzato a Siena dal Ministero degli Esteri, Università, Comune e Santa Chiara Lab, il sindaco Luigi De Mossi ha elencato i nuovi progetti e le strategie per migliorare la vivibilità del centro storico della città. Che resta un unicum mondiale per il suo livello di tutela e salvaguardia, ma è pur sempre un organismo delicato. Le novità degli ultimi mesi, che anticipano la legge per i centri storici lanciata da Nardella, riguardano il sistema di raccolta dei rifiuti e il servizio sharing di scooter elettrici. La raccolta porta a porta, con Siena dentro le mura divisa in zone, ognuna con i suoi orari e i suoi giorni di deposito dei sacchetti all`esterno, all`inizio è stata maldigerita dai senesi. Ma poi ha fatto balzare in alto le percentuali di raccolta differenziata. Qualche giorno fa è stato presentato l`accordo con una società spagnola per il noleggio con una App di un centinaio di scooter elettrici, nei punti strategici della città, tra centro storico e stazione. Per quanto riguarda gli affitti brevi, tra il Comune e Airbnb è stata siglata già dal 2018 un`intesa per il pagamento della tassa di soggiorno. Che ha consentito il recupero di 200mila euro l`anno (prima della pandemia) di tassa evasa. E ora la giunta starebbe lavorando a un patto simile anche con Booking.com. Sono solo gli ultimi passi compiuti, in una Siena che, a differenza degli altri capoluoghi non solo toscani, è sempre stata fortemente centripeta. Perché ha concentrato tutte le funzioni dentro le mura.

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin