Rifiuti, fototrappole e ispettori. Salite del 5% le sanzioni Palazzo Varchi dà l'ok al gestore

Videosorveglianza e ispezione ambientale confermata nel territorio di Montevarchi per contrastare la piaga degli abbandoni, sensibilizzare i cittadini alle buone pratiche e tenere sotto controllo il corretto svolgimento dei servizi di igiene urbana da parte del gestore. Palazzo Varchi ha deciso di rinnovare per un altro anno l'affidamento delle prestazioni alla società «Gestione Ambientale srl» dopo aver giudicato in modo positivo l'opera svolta negli ultimi 7 mesi. Il ventaglio di azioni per tutelare il decoro urbano ed eliminare comportamenti incivili, ancora purtroppo frequenti, ha previsto in primo luogo il lavoro sul campo di una squadra formata da due ispettori, che ha operato per 52 turni di 6 ore ciascuno, e l'installazione di 10 foto trappole in prossimità delle aree sensibili, vale a dire le zone dove più spesso si verificano le inadempienze. I dispositivi entrano in funzione in maniera automatica, non appena registrano un movimento, e riescono a individuare le persone e le targhe dei veicoli dai quali viene scaricata la nettezza. E i risultati non sono mancati, perché nel periodo preso in esame dai tecnici comunali è emerso un aumento di due punti sugli accertamenti mensili in base al numero di telecamere e di oltre il 5 per cento delle sanzioni, passate dal 15 al 21,26. Sempre nell'ambito dell'ispezione ambientale grazie al contributo del personale esterno è stato possibile, tra l'altro, supportare il municipio nelle verifiche di funzionalità, eseguite in contraddittorio con Sei Toscana, dei contenitori ad accesso controllato installati in capoluogo e frazioni, svolgere il monitoraggio delle compostiere obbligatorio per ottenere la specifica certificazione, accertando al tempo stesso le incongruenze negli elenchi dei cittadini che le utilizzano, aggiornare le banche dati dei servizi di raccolta dedicati alle utenze non domestiche e controllare la corretta esecuzione delle prestazioni. Da qui la decisione di confermare l'affidamento per un importo complessivo di poco più di 43 mila euro.

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter X Linkedin