Abbandona rifiuti in piazza della Libertà denunciato

San Giovanni Valdarno

Abbandona rifiuti in piazza della Libertà: la municipale lo ha denunciato. Un trentenne aveva pensato bene di abbandonare i rifiuti provenienti da una officina in pieno centro, ma gli è andata male. Un monito anche per quanti decidano di non conferire in modo corretto i rifiuti. La polizia municipale di San Giovanni è riuscita ad individuare la persona che abbandonava i rifiuti in piazza della Libertà, al limitare del centro storico e sotto la sede municipale, in prossimità della stazione dei cassonetti, senza perciò conferirli con le modalità corrette. Da un’attenta verifica del materiale abbandonato, gli agenti sono riusciti a risalire ad un’officina per auto e a individuare l’autore dell’illecito smaltimento, un trentenne del posto che svolge la sia attività di meccanico nel comune di Terranuova. La persona è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Arezzo in quanto l'abbandono ricadeva nell’ambito di un'attività professionale. E questo è solo l'ultimo tassello di un’intensa attività di contrasto all'abbandono di rifiuti e di tutela del decoro della città che il Comune di San Giovanni Valdarno ha messo in campo con la polizia municipale e l'Ufficio Ambiente. Nel corso del 2020, sono state 29 le persone che hanno ricevuto una contravvenzione per abbandono o deposito incontrollato di rifiuti ed una è stata denunciata perché la condotta, come in questo caso, figurava all’interno di una attività professionale. Le aziende infatti, in relazione a quello che producono, devono attivarsi attraverso ditte specializzate nello smaltimento di rifiuti speciali. I rifiuti assimilabili a quelli urbani invece, possono essere conferiti negli appositi cassonetti. Appena un mese fa erano stati individuati e multati i responsabili dell’abbandono di rifiuti di varie tipologie in quantità notevole. In seguito a una segnalazione, il personale di Sei Toscana e alcuni agenti della polizia municipale si erano recati sul posto e dopo una brevissima verifica avevano individuato i responsabili dell’incivile gesto. La lotta all’abbandono dei rifiuti rappresenta una battaglia che San Giovanni vuole combattere e vincere e breve entreranno in funzione delle foto trappole che, ubicate nei luoghi ritenuti maggiormente sensibili all’abbandono per immortalare e identificare chi abbandona in maniera indiscriminata i rifiuti dove non è consentito. Tali dispositivi prevedono anche l’utilizzo di un telecamera ad alta definizione capace di registrare anche in orario no-turno. Prevista anche l’entrata in servizio di ispettori ambientali, come passo contro i conferimenti errati. 

Potrebbe interessarti