Decine di sacchi ammassati a terra E il fotografo "pizzica" la cattiva abitudine

Orbetello

Sacchi fuori dai cassonetti, spazzatura che prolifera in terra. Sedie di plastica, palette per pulire in terra, scatoloni. In questi giorni in territorio orbetellano, accanto ai contenitori della raccolta differenziata, sono proliferati rifiuti di ogni tipo. Anche in grosse quantità. Un "rituale" che si ripete ogni stagione e che toccailsuo apice inprimavera e alle porte dell'estate, quando le case delle vacanze iniziano a riaprirsi. Una costante su tutto il territorio. Poco importa se i cassonetti si trovino lungo una strada di campagna o in pieno centro cittadino. Spesso gli incivili riescono a dileguarsi senza lasciare traccia, altre volte no. Il caso ha voluto che Enzo Russo, fotografo del Tirreno , passasse con la macchina fotografica e immortalasse il momento. È. successo giovedì, intorno alle 16, lungo la strada provinciale di Giannella a circa un chilometro da Santa Liberata. Russo è riuscito a fotografare l'uomo, arrivato in Suv e vestito con pantaloncini e camicia, mentre voltava le spalle al cassonetto dopo aver buttato la spazzatura per terra. Gli incivili non hanno rispetto per niente e nessuno e lasciano la spazzatura e gli ingombranti anche a due passi dal Duomo di Orbetello. Da quando sono stati messi i nuovi cassonetti "intelligenti" che in futuro si apriranno solo con la tessera, in molti hanno polemizzato sulla loro capienza e sulle dislocazioni sul territorio. In alcuni casi i nuovi secchioni sono stati messi in luoghi diversi rispetto a dove si trovava il vecchio cassonetto dell'indifferenziato. Per questo, alcuni cittadini, si sono sentiti legittimati a lasciare la spazzatura anche dove il contenitore non c'era più. O a lasciarla fuori. C'è chi si è anche arrabbiato perché la "batteria" dell'indifferenziato è stata messa a parecchia distanza dalle abitazioni: è successo ai Pinali, ai Poggi. Per queste utenze, da alcuni giorni, il Comune e Sei Toscana hanno messo dei cassonettinella piazzola dell'Aurelia davanti alla ex polizia stradale. In ogni caI sacchi a terra vicino ai cassonetti e l'uomo fotografato dal Tirreno dopo averne lasciato uno (FOTO ENZO Russo) so, belli o brutti che siano, la spazzatura fuori dai bidoni o gli ingombranti abbandonati sono segno di inciviltà e non rendono un buon servizio al territorio. La Giannella, per esempio, è una strada di passaggio per andare a Porto Santo Stefano e al mare. Chi arriva e trova la spazzatura a terra non ha certo una buona impressione della zona. Presto dovrebbero arrivare le telecamere. Anche gli agenti della polizia municipale sono all'opera per rintracciare chi lascia la spazzatura. In futuro, a Orbetello, nel caso in mi i cassonetti dovesserorompersi, quelli che arriverannoin sostituzione saranno dotati di pedale. In molti si sono lamentati anche della difficoltà di apertura dei contenitori. Devono essere aperti con le mani e spesso non è possibile, specialmente per le persone anziane, aprire ilbidone e gettare la spazzatura. I nuovi cassonetti, a dimostrazione di come non siano amati, sono stati anche oggetto di atti vandalici. Mani ignote hanno rotto i piccoli pannellisolari che alimentanole aperture del cassonetto. 

Potrebbe interessarti

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter Linkedin