Lotta a spazzatura selvaggia Più telecamere contro gli incivili

Sul territorio orbetellano torneranno, a breve, le telecamere per combattere gli abbandoni indiscriminati di spazzatura e rifiuti ingombranti fuori dal cassonetto. Il Comune installerà di nuovo l'occhio elettronico vicino alle postazioni di raccolta differenziata. Le telecamere erano state collocate e poi rimosse, visto che il progetto era "a tempo", da maggio a ottobre. Saranno collocate in corrispondenza delle zone dove i rifiuti abbandonati sono più frequenti: lungo la provinciale di Giannella, alla Melosella, alla Parrina, ad Ansedonia. Quest'anno però saranno due in più. «Lo scorso anno le telecamere mobili che avevamo messo sul territorio e che facevamo muovere da un posto all'altro - spiega l'assessore all'ambiente - erano tre e sto lavorando perché passino a 5 in modo da coprire una porzione ancora più ampia di territorio. La situazione è abbastanza sotto controllo rispetto agli anni passati ma è sempre bene vigilare e far capire ai cittadini che se non tengono i comportamenti corretti verranno sanzionati». Le telecamere, infatti, riprendono il comportamento illecito del cittadino, lo filmano, gli ispettori ambientali di Sei Toscana esamineranno le immagini e le invieranno alla polizia locale che provvederà a emettere un verbale di 500 euro sempre che non si tratti di rifiuti speciali. Lo scorso anno, nel periodo fra maggio e settembre, la maglia nera di zone più "incivili" se la contesero Ansedonia e Giannella: 136 gli illeciti ripresi nelle postazioni di Ansedonia dove erano state messe le telecamere e killer. 69 quelli registrati nelle postazioni di Giannella, 5 ai cassonetti del camping di Talamone, 13 alla Melosella, 3 a San Donato,19 alla Parrina e 10 a Pitorsino, in totale 254 violazioni rilevate dalle telecamere.

Close Logout Cerca Facebook Instagram You Tube Twitter X Linkedin